Pokémon Team Championship – Il meglio delle semifinali

Pokémon Team Championship – Il meglio delle semifinali
Fonte immagine: canale YouTube di Francesco Pardini

Ultime due settimane della Pokémon Team Championship, ma ora è tempo di semifinali. La fase a gironi ha visto sette settimane terminate con quattro team nelle prime quattro posizioni della classifica: Sunyshore City Blasters, partiti un po’ in sordina e poi, come pronosticato anche dallo stesso Francesco Pardini, arrivati in vetta; Seafolk Village Travelers, i quali hanno fatto un torneo abbastanza a fari spenti ma sono arrivati secondi a pari punti con i Blasters, mentre i Saffron City Spoons, partiti da favoritissimi, hanno avuto qualche intoppo e raggiunto il terzo posto solo durante la Week 7. Chiudono al quarto posto i Geosenge Town Cannons, grazie a una qualificazione sudata raggiunta nella scorsa settimana, avendo la meglio su altri due team ancora in corsa.

Gli accoppiamenti per le semifinali vedono quindi Blasters contro Cannons e Travelers contro Spoons: prima contro quarta e seconda contro terza. Il regolamento delle due sfide è sempre lo stesso: ogni team schiera cinque dei suoi sei giocatori, che si sfideranno con gli avversari in cinque Best of Three. Il giocatore che per primo vince due round si aggiudica il match; il team che per primo vince cinque match, si qualifica per la finale del torneo.

Tutti i dieci match sono stati trasmessi in diretta sul canale Twitch di Francesco Pardini, ma per evitare il rischio di dilungarsi troppo, abbiamo scelto i quattro match più interessanti delle semifinali: due della sfida Blasters vs Cannons, e due di Travelers vs Spoons.

Il pazzo round di Grassi – Ceglia e la sconfitta in diretta di Pero

La prima vittoria per i Travelers arriva da Gianluca Grassi sull’MVP del torneo Roberto Ceglia, sconfitto per la prima volta dopo sette vittorie di fila.

Una sfida tra team specchiati, basati su l’accoppiata Lapras e Comfey, con l’abilità Primacura (Triage) di quest’ultimo che da priorità +3 a ogni mossa che permette di recuperare PS, in modo tale da attivare l’oggetto Vulneropolizza (Weakness Policy) attaccando per primo e in maniera innocua Lapras Gigamax, oppure curare in fretta con la mossa Cura Floreale (Floral Healing). Questa almeno è stata la strategia di Ceglia, mentre Grassi ha preferito un Lapras con l’oggetto Assorbisfera (Life Orb) per infliggere più danni. Se l’inizio sembrava dar ragione a Ceglia, dopo una serie di turni pazzi ha avuto la meglio Grassi: prima sia un mancato tentennamento che un mancato brutto colpo di Eterelama (Air Slash) da parte del Togekiss di Ceglia (probabili per via delle sue abilità), che invece subisce un brutto dal Geloraggio (Ice Beam) di Lapras e va KO. Il karma ripaga Roberto Ceglia con il Lapras di Grassi che fallisce due volte Idropompa (Hydro Pump) su Cinderace e, ancor più incredibile, Comfey di Grassi che usa Cura Floreale sul Cinderace avversario anziché sul proprio compagno, e cura i PS quanto basta per reggere una Idropompa: probabilmente si è trattato di un errore nella scelta del bersaglio. Nonostante ciò, Gianluca Grassi riesce comunque a portarsi a casa il primo round.

Roberto Ceglia riesce a pareggiare i conti nel secondo round, giocando meglio lo scontro iniziale tra i due Lapras Gigamax per poi trovarsi in una posizione di vantaggio grazie a Togekiss in squadra, al punto tale che gli è bastato mandarlo in campo al momento giusto per costringere Gianluca Grassi all’abbandono.

Nel terzo round, invece, Grassi coglie un brutto colpo su Comfey al primo turno, il quale resiste con un solo PS ma finisce al tappeto per via di Urlorabbia (Snarl) di Incineroar. Forse Roberto Ceglia è rimasto colpito da questo momento sfortunato nel primo turno, e da lì in poi basta poco a Gianluca Grassi per vincere il match.

pokemon vgc
Fonte immagine: canale YouTube di Francesco Pardini

Un altro match della sfida tra Spoons e Travelers che ci ha particolarmente colpito, è la prima sconfitta in diretta (non la prima in assoluto) di Francesco Pio Pero contro Roberto Parente.

Il giovane giocatore degli Spoons, imbattuto nelle prime cinque settimane e nell’All Star Game, ha comunque dato del filo da torcere in questo derby campano, ribaltando un primo round dove, dopo aver mandato KO l’Indeedee di Parente, si è trovato a perdere entrambi i suoi Pokémon a causa di Cinderace Gigamax e Toxtricity, salvo poi avere la meglio con Torkoal e, soprattutto, Venusaur Gigamax, sfruttando anche la Trick Room piazzata precedentemente da Dusclops.

Tuttavia l’abilità Siccità (Drought) di Torkoal è un bel vantaggio per Cinderace contro Venusaur, soprattutto dopo che nel primo round Parente ha ottenuto l’informazione che Venusaur sotto il sole intenso è più lento di Cinderace anche sfruttando l’abilità Clorofilla (Chlorophyll), e così l’incontro torna in parità.

Nel terzo round Parente parte nuovamente con Cinderace e Toxtricity, contro Venusaur e Grimmsnarl di Pero, ma basta uno switch tra Toxtricity e Indeedee al primo turno per portare la partita completamente in favore dei Travelers. Difatti, Indeedee con Vastenergia (Expanding Force) è un grosso problema per Venusaur, costringendo Pero a ritirare Venusaur a costo di annullare il Gigamax: mossa giusta, considerando che persino l’entrante Dusclops si ritrova con i PS dimezzati da un doppio attacco, persino protetto da Riflesso (Reflect) e Schermoluce (Light Screen) piazzati da Grimmsnarl. Cinderace e Indeedee riescono a eliminare ¾ del team di Pero, e Venusaur da solo poteva far poco.

pokemon vgc
Fonte immagine: canale YouTube di Francesco Pardini

Boschetto e Del Pidio i temerari

Sfida tra due giocatori di altissimo livello nel panorama italiano quella tra Alessio Yuri Boschetto e Giuseppe Musicco, e lo hanno dimostrato anche in questa Best of Three.

Primo round in cui Boschetto osa attaccando con Canto (Sing) di Clefairy: 55% di precisione, gli riesce due volte, e addormenta così sia l’entrante Incineroar (entrato al primo turno al posto di Dragapult con cui Musicco aveva iniziato la partita) che Amoonguss, avendo il tempo di mandare KO quest’ultimo con Porygon-Z Dynamax grazie a ben tre turni di sonno per Incineroar. Ma il Canto di Clefairy fallisce proprio su Dragapult, che in forma Dynamax prevede la mossa e decide di attaccare Porygon-Z con Dynadragone (Max Wyrmwind), mandandolo al tappeto. Boschetto manda in campo Gyarados, ma Musicco sorprendo rivelando un Dragapult “mixed sweeper” (Pokémon offensivo basato sia sull’Attacco che sull’Attacco Speciale) che manda KO Gyarados grazie a Dynasaetta (Max Lightning).

Boschetto poteva poco senza più Pokémon offensivi e decide di abbandonare, ma riesce a rifarsi nel secondo round, dove parte sempre con Porygon-Z e Clefairy ma fa solo credere alla possibilità di Canto, senza però mai usarlo, mentre Porygon-Z Dynamax elimina uno dopo l’altro i compagni di Dragapult.

Nell’ultimo round, invece, Boschetto prova di nuovo Canto con Clefairy, ma fallisce per ben tre volte, e riesce soltanto su Gyarados di Musicco che era equipaggiato con Baccaprugna (Lum Berry) per svegliarsi immediatamente. Boschetto fallisce persino un primo Iper Raggio (Hyper Beam) con Porygon-Z (90% di precisione), ma riesce a reggere numerosi turni con i suoi due Pokémon iniziale, al punto da arrivare a un finale uno contro uno tra Excadrill e Dragapult: se quest’ultimo avesse resistito all’attacco Forza Equina (High Horsepower) o se questa avesse mancato il bersaglio, Musicco avrebbe vinto il match, ma così non è stato ed è stato un punto per i Sunyshore City Blasters.

pokemon vgc
Fonte immagine: canale YouTube di Francesco Pardini

Se un Clefairy che azzecca più volte la mossa Canto durante il primo round di Boschetto vs Musicco vi ha sorpreso, avreste dovuto vedere cos’ha combinato Flavio Del Pidio nel suo match contro Luca Lussignoli.

Il capitano dei Blasters manda in campo Drifblim dal primo turno, e azzecca ben cinque Ipnosi (Hypnosis) durante il primo round, la quale ha solo il 60% di precisione, ma incredibilmente manca almeno il colpo su uno dei due Pokémon con la mossa Ventogelato (Icy Wind), che invece ha il 95% di precisione. Lussignoli non è stato da meno, mandando in campo Clefairy in previsione di un attacco Zuffa (Close Combat) di Urshifu sul proprio Incineroar, che dopo essersi svegliato dalla quarta Ipnosi di Drifblim risponde addormentando con Canto entrambi i Pokémon di Del Pidio, compreso un Rillaboom Gigamax. Il problema per Del Pidio è che fallisce la sesta Ipnosi, la più importante, senza la quale gli è stato impossibile vincere il round alla fine.

Tuttavia Del Pidio nel secondo round prova due volte Ipnosi e fallisce in entrambi in casi, permettendo al Cinderace avversario di eliminare i compagni di Drifblim e consegnare il match a Luca Lussignoli.

pokemon vgc
Fonte immagine: canale YouTube di Francesco Pardini

Pokémon Team Championship – Chi va in finale?

Abbiamo riassunto e analizzato i quattro match da noi ritenuti più interessanti delle semifinali, ma come sono andate a finire le due sfide?

In verità, tre di questi quattro match sono particolarmente interessanti: la sconfitta di Francesco Pio Pero è stato l’ultimo match del primo streaming su Twitch, nonché il terzo della sfida Travelers vs Spoons, ed è stata anche la terza vittoria di fila per i Seafolk Village Travelers, che si sono qualificati per la finale con un weekend d’anticipo. A tenere alta la bandiera per i Saffron City Spoons è stato il capitano Davide Carrer, unico vincitore in una sconfitta per 4-1.

Allo stesso modo, la vittoria di Alessio Yuri Boschetto è stata la partita che ha tenuto a galla i Blasters, già sotto 2-0 dopo il primo streaming su Twitch, mentre la sconfitta di capitan Flavio Del Pidio è stato il terzo punto per i Geosenge Town Cannons, anch’essi vincitori per 4-1.

La finale sarà dunque Seafolk Village Travelers vs Geosenge Town Cannons, mentre Roberto Ceglia, come già anticipato, ha vinto il premio di miglior giocatore della fase a gironi del torneo, vincendo sette partite di fila e aggiudicandosi come premio una Nintendo Switch.

Non ci resta che attendere la finale, anche per un’analisi conclusiva di questo torneo. Ci lasciamo come sempre con i link agli articoli precedenti.

1: Pokémon Team Championship – Francesco Pardini strizza l’occhio agli eSports

2: Pokémon Team Championship Week 1 – Ed è subito Dynamax

3: Pokémon Team Championship Week 2 – Spoons e Cannons provano la fuga

4: Pokémon Team Championship Week 3 – Arrivano le ‘Hidden Abilities’

5: Pokémon Team Championship Week 4 – Fuoco e Ghiaccio al giro di boa

6: Pokémon Team Championship Week 5 – I verdetti prima della sosta

7: Pokémon Team Championship All Star Game – Un piacevole preludio

8: Pokémon Team Championship Week 6 – Tra lag, disconnessioni, e mosse a sorpresa

9: Pokémon Team Championship Week 7 – I verdetti per le semifinali   

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook