Pokémon Team Championship Week 5 – I verdetti prima della sosta

Pokémon Team Championship Week 5 – I verdetti prima della sosta

La Pokémon Team Championship è giunta alla quinta settimana e vede avvicinarsi la fase a eliminazione diretta. Mancano solo altre due settimane della fase a gironi, che potrebbero risultare diverse per via della settimana di pausa durante questa Week 5 e la Week 6.

Un’interruzione dovuta all’arrivo de L’Isola Solitaria dell’Armatura, il primo DLC di Pokémon Spada e Scudo che reintroduce alcuni Pokémon delle passate generazioni, nuove mosse, nuove forme di Galar, e anche il nuovo Pokémon Urshifu.

La settimana di pausa servirà, appunto, per dare il tempo ai giocatori di provare nuovi team con il nuovo formato del VGC 2020.

Un nuovo formato che potrebbe cambiare le carte in tavola nell’ultima parte di questa fase a gironi, ma il tempo stringe e per alcuni team potrebbe essere troppo tardi. È il caso dei Blackthorne City Dragons, che nella Week 4 hanno battuto l’allora capolista, guadagnando il loro primo punto e andando a creare una classifica corta. In questa Week 5 se la sono vista contro gli Anville Town Trains, anch’essi fermi a un punto, mentre agli Hammerlocke Guardians servirebbe un miracolo per la qualificazione, e poteva essere l’occasione dei Sunyshore City Blasters di staccarsi dagli altri team in cima alla classifica che questa settimana si sono affrontati tra loro.

Guardians eliminati. Gli Spoons inguaiano i Cannons

Agli Hammerlocke Guardians serviva ormai un miracolo per rientrare tra le prime quattro in questa fase del torneo, ma così non è stato. La loro sconfitta contro i Sunyshore City Blasters è iniziata nel secondo match della diretta Twitch di mercoledì, con la vittoria di Andrea Olea su Tommaso Zichella.

Entrambi i giocatori mandano in campo Whimsicott, ma è lo schieramento di Andrea Olea ad avere la meglio. Sebbene il suo Gengar sia stato messo KO durante il primo turno, è riuscito a usare prima Ventogelato (Icy Wind) che riduce la Velocità degli avversari, per poi usare Ventoincoda (Tail Wind) con Whimsicott: con questa tattica Olea si assicura di restare più veloce anche dopo il Ventoincoda del Whimsicott di Zichella. Nel secondo turno Olea ha di nuovo la meglio, utilizzando Rapidscambio (Switcheroo) e donando l’oggetto Pulsantefuga (Eject Button) a Duraludon Dynamax, per poi attaccare con il neo entrato Togekiss e costringerlo a rientrare.

Entra Dracovish, Dynamax su Togekiss, Helping Hand + Fishious Rend mandano giù Whimsicott, Togekiss attacca con Dynajet e aumenta ancora la Velocità. Entra Dracozolt, esce Dracovish ed entra Duraludon, Whimsicott protegge e Dynajet non butta giù Duraludon per 1 PS, ma va giù con Terremoto. Rientra Dracovish, di nuovo Helping Hand + Fishious Rend ma Togekiss usa Max Guard e Dracozolt finisce Dracovish con Terremoto. Entra Conkeldurr, finite entrambe le Tail Wind ma Andrea Olea ha i Dynajet usati in suo favore, Zichella risponde con doppia Protect. Al turno dopo Magibrillio + Beccoshock finiscono entrambi i Pokémon avversari. La Velocità superiore è stata per Olea la chiave di vittoria del primo round, continuando a incrementarla dopo il Dynamax di Togekiss, attaccando con Dynajet (Max Airstream), fondamentale per essere più veloce anche dopo il termine di entrambe le Tail Wind.

Nel secondo round Zichella parte con Dracovish al posto di Duraludon, in modo da eliminare Gengar prima ancora che usi Ventogelato, ma la sfortuna si scaglia ancora una volta contro gli Hammerlocke Guardians: il Whimsicott di Olea attacca Dracovish con Forza Lunare (Moonblast) e lo manda KO grazie a un brutto colpo. Stavolta almeno il karma premia Zichella, quando più avanti il suo Togepi riesce a pescare una scottatura su Dracozolt Dynam usando l’attacco Tripletta (Tri-Attack), ma alla fine Olea è riuscito nuovamente ad avere la meglio ancora grazie a un’ottima gestione dell’aumento delle statistiche. Difatti, a fine round rimangono Togekiss e Duraludon l’uno contro l’altro, ma il primo può sfruttare i Dynasisma (Max Quake) usati da Dracozolt che gli hanno aumentato la Difesa Speciale. L’unica speranza per Duraludon sarebbe stata fare un brutto colpo, ma ciò non è accaduto.

I Guardians almeno hanno venduto cara la pelle in questo scontro con i Blasters, i quali si sono aggiudicati il punto in classifica con un trionfo per 3-2 arrivato proprio nell’ultimo match, grazie alla vittoria di capitan Flavio Del Pidio per 2-1 contro Nicholas Belometti.

pokemon vgc
Fonte immagine: screenshot canale Twitch di Francesco Pardini

Anche i Saffron City Spoons sono tornati alla vittoria, dopo lo stop della settimana scorsa, portandosi a pari punti con i Blasters e facendo perdere terreno ai Geosenge Town Cannons. Di questa sfida abbiamo potuto assistere in diretta su Twitch all’incontro tra William Bassolino e Luca Lussignoli.

Un match particolarmente strategico, fatto di prediction , scambi continui, e preparazione ai turni successivi. William Bassolino, ad esempio, apre con una classica accoppiata MimikyuDragapult, tant’è che il Togekiss di Lussignoli usa un classico Sonoqui (Follow Me) in previsione di un attacco, proteggendo il suo Rotom-W che usa Congiura (Nasty Plot) per raddoppiare il proprio Attacco Speciale, ma questi usano rispettivamente Distortozona (Trick Room) e Schermoluce (Light Screen). Paradossalmente, sono i Pokémon di Lussignoli a sfruttare meglio la Trick Room, con Rotom e Togekiss che attaccano per primi e riescono a rompere l’abilità Fantasmanto (Disguise) di Mimikyu e mandare KO Dragapult. Bassolino continua comunque ad agire con calma, mandando in campo Rillaboom per poi attaccare Togekiss con Retromarcia (U-Turn) che lo costringe a rientrare, come a voler semplicemente utilizzare l’abilità Erbogenesi (Grassy Surge) per piazzare il Campo Erboso. Inoltre, Bassolino accetta i continui Follow Me di Togekiss fino a mandarlo KO, al costo di continuare a tenere in campo il suo Mimikyu Dynamax per attaccare con Dynavuoto (Max Phantasm) e continuare a ridurre la Difesa Speciale di Rotom. Lussignoli insiste con il suo staying power mandando in campo Clefairy, ma Bassolino riesce a salvare Mimikyu da Rotom attirando un Dynasaetta (Max Lightning) con Primarina, e scambiarlo con Rillaboom al momento dell’attacco. Al termine del Dynamax, Bassolino attacca con Bruciapelo (Fake Out) di Rillaboom nello slot di Rotom, in modo che Mimikyu possa usare Danzaspada (Swords Dance) per raddoppiare l’Attacco e sfruttare al meglio il turno successivo, quando la Trick Room sarebbe terminata, ma Lussignoli decide di togliere Rotom per far entrare Incineroar, riducendo del 50% l’Attacco dei Pokémon avversari. Inoltre, Incineroar usa Monito (Parting Shot) su Mimikyu per ridurre di un ulteriore 50% il suo Attacco e annullare completamente l’effetto di Sword Dance, per poi essere costretto a rientrare e far tornare in campo Rotom. Il match è talmente strategico, tra il cercare di prevedere gli scambi, la contromossa per ingannare l’avversario, e mosse che mancano il bersaglio, che questo primo round viene vinto da William Bassolino mettendo KO Incineroar all’ultimo secondo del timer del match.

Nel secondo round, invece, Bassolino riesce a vincere in soli quattro turni, schierando semplicemente Coalossal al fianco di Dragapult e usando subito il Gigamax, per poi eliminare in successione Clefairy, Rotom, Togekiss, e Incineroar. A Bassolino è bastato prevedere nuovamente l’uso di Congiura da parte di Rotom nel primo turno per avviare la sua azione devastante; se Lussignoli avesse usato subito il Dynamax e attaccato Coalossal con Dynaflusso (Max Geyser), probabilmente l’avrebbe fermato.

pokemon vgc
Fonte immagine: screenshot canale Twitch di Francesco Pardini

Le nuove mosse e la seconda vittoria dei Dragons

Se per vedere il nuovo formato del VGC 2020 nella Pokémon Team Championship bisognerà attendere la Week 6, in questa Week 5 abbiamo già potuto apprezzare le nuove mosse introdotte con il DLC, com’è accaduto nel match tra Aniello Iuliano e Antonio Raimondo, dove il primo ha mostrato il nuovo set di Indeedee durante il secondo turno del primo round, facendolo entrare al posto di Charizard ad affiancare Venusaur, in modo tale da piazzare per cinque turni un Campo Psichico grazie alla ‘hidden ability’ Psicogenesi (Psychic Surge), il quale, tra i vari effetti, impedisce l’uso di mosse con priorità aumentata, quindi qualsiasi mossa inoffensiva del Whimsicott avversario che possiede l’abilità Burla (Prankster), bloccando così la mossa Provocazione (Taunt) su Venusaur che riesce ad addormentare Lapras Gigamax con Sonnifero (Sleep Powder).

È in questo momento che vediamo all’opera le nuove mosse: Vastenergia (Expanding Force) di Indeedee, un attacco che colpisce entrambi i Pokémon avversari e che vede aumentare del 50% i danni inflitti sotto Campo Psichico. Inoltre, essendo una mossa di tipo Psico, sfrutta anche l’aumento del 30% della propria potenza base dovuta allo stesso Campo Psichico. Con questa nuova mossa e l’uso di Psicoseme (Psychic Seed), oggetto che si consuma con il Campo Psichico attivo e aumenta del 50% la Difesa Speciale, Indeedee diventa un bel tank in questo nuovo metagame. Antonio Raimondo risponde con Chandelure e la nuova mossa Fiamminvidia (Burning Jealousy), la quale causa scottatura a ogni avversario che ha avuto dei miglioramenti nelle statistiche: non che dimezzare l’attacco di Indeedee sia utile, ma il danno da scottatura su di un Pokémon piuttosto resistente può sempre far comodo.

Tuttavia a determinare il primo round è il sonno di Lapras che dura per ben tre turni, facendo terminare il Gigamax senza mai poter agire, e quando finalmente si sveglia e attacca con Bora (Blizzard) riesce a colpire Indeedee ma manca Venusaur, che risponde con Verdebufera (Leaf Storm) e lo manda KO. Raimondo abbandona e concede l’1-0 a Iuliano.

pokemon vgc
Fonte immagine: screenshot canale Twitch di Francesco Pardini

Antonio Raimondo nel secondo round riesce invece ad attaccare subito con Gigamelodia (G-Max Resonance) e piazzare la barriera, ma Aniello Iuliano risponde mandando in campo subito Indeedee affiancato da Dusclops, che usa Distortozona (Trick Room) e si cura infliggendo danni con Malcomune (Pain Split). I due Pokémon di Iuliano riescono a tenere benissimo gli avversari senza mai essere cambiati, ma il karma premia Raimondo dopo la sfortuna del primo round, con Bora che stavolta riesce addirittura a congelare Dusclops, impedendogli di agire. Il congelamento di Dusclops è determinante per mandarlo KO, impedendo una nuova Trick Room o nuove cure con Pain Split, mentre Rhyperior (anche Dynamax) e Torkoal di Iuliano possono poco contro Lapras e Dracovish.

Niente “hax” nel terzo round, soltanto la bravura di Raimondo contro una gestione sbagliata del meteo da parte di Iuliano. L’incontro inizia sempre con Indeedee e Dusclops contro Whimsicott e Lapras, ma stavolta Raimondo riesce a neutralizzare Indeedee prima pescando con Forza Lunare il 30% di possibilità che ha questa mossa di diminuire l’Attacco Speciale del bersarglio, e soprattutto l’attacco Dynasaetta (Max Lightning) per sostituire il Campo Psichico con il Campo Elettrico, rendendo poco potente la mossa Vastenergia e, in previsione di Venusaur, ottenendo l’effetto di impedire il sonno. Dusclops riesce a usare Distortozona, ma al turno successivo subisce Provocazione di Whimsicott. Raimondo si è così ritrovato a fronteggiare due Pokémon resi inoffensivi, potendo far entrare Chandelure per usare a sua volta Distortozona e annullare così la mossa di Dusclops. Incredibilmente, però, Lapras nell’ultimo turno di Gigamax, anziché attaccare con Gigamelodia, protegge con Dynabarriera (Max Guard), scelta incomprensibile che avrebbe potuto complicare la situazione, anche per via di un Idropompa che manca l’entrante Rhyperior.

Tuttavia è proprio con il Dynamax di Rhyperior che Aniello Iuliano ha perso la partita, attaccando prima con Dynasisma (Max Quake) e poi con Dynamacigno (Max Rockfall). Il problema è che Dynamacigno scatena una tempesta di sabbia, andando a rimuovere il sole intenso dovuto all’abilità di Torkoal, entrato al posto dell’esausto Indeedee, e facendo in modo che Solarraggio (Solar Beam) non potesse più attaccare in un solo turno, e lasciando il Branchiomorso (Fishious Rend) di Dracovish a piena potenza. Senza il sole intenso, Dracovish e Whimsicott riescono a sconfiggere tutti e tre i Pokémon rimasti di Iuliano.

pokemon vgc
Fonte immagine: screenshot canale Twitch di Francesco Pardini

Oltre al match di Raimondo e Iualiano, nello streaming del 26 giugno è stato possibile assistere anche a un altro incontro tra Dragons e Trains, che ha visto Gianmarco Corda vincere per 2-1 contro Andrea Cassinese in un altro match piuttosto strategico e combattuto.

Pokémon Team Championship Week 5 – Verdetti e All Star Game

Dopo la quinta settimana della Pokémon Team Championship abbiamo, purtroppo, il primo team eliminato con due giornate d’anticipo: gli Hammerlocke Guardians hanno perso tutte le sfide settimanali, e ora è matematicamente impossibile qualificarsi tra le prime quattro in classifica. Stavolta ne hanno approfittato i Sunyshore City Blasters, in vetta a 4 punti con Seafolk Village Travelers e la certezza Saffron City Spoons. Seguono i Mossdeep City Meteors a 3 punti, che devono guardarsi le spalle sia dai Geosenge Town Cannons che dai Blackthorne City Dragons, alla loro seconda vittoria di fila, mentre gli Anville Town Trains rischiano l’eliminazione in caso di vittoria dei Cannons nella Week 6.

Come abbiamo detto all’inizio, però, la prossima sarà una settimana di pausa, in modo da permettere ai team di studiare nuove strategie con le regole del nuovo formato del VGC 2020, modificato dopo l’arrivo del primo DLC di Pokémon Spada e Scudo. Nel frattempo ci sarà l’All Star Game, dove dieci giocatori del torneo saranno divisi in due team, il Team Pardini e il Team Agostini, e si affronteranno sul simulatore Pokémon Showdown con il nuovo formato del VGC 2020.

Il Team Pardini, selezionato dal padrone di casa su Twitch Francesco Pardini è composto da Luca Marcato, Leonardo Bonanomi, Francesco Pio Pero, Davide Cauteruccio, e Nicholas Belometti, andando a formare team di giocatori appartenenti al gruppo gamer Team Aqua, di cui Pardini è fondatore. Il Team Agostini, invece, selezionato da Matteo Agostini, uno dei caster più presenti in questo torneo, è composto da Marco Silva, Flavio Del Pidio, Gioele Giusti, Roberto Parente, e Roberto Ceglia.

pokemon vgc
Fonte immagine: screenshot canale Twitch di Francesco Pardini

Non ci resta dunque che darci appuntamento alla settimana prossima per l’All Star Game, anche come preludio di ciò che potremmo vedere online su Nintendo Switch a partire dalla Week 6. Come sempre, ecco i link agli articoli precedenti della competizione:

1: Pokémon Team Championship – Francesco Pardini strizza l’occhio agli eSports

2: Pokémon Team Championship Week 1 – Ed è subito Dynamax

3: Pokémon Team Championship Week 2 – Spoons e Cannons provano la fuga

4: Pokémon Team Championship Week 3 – Arrivano le ‘Hidden Abilities’

5: Pokémon Team Championship Week 4 – Fuoco e Ghiaccio al giro di boa

 

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook