Vietato vietare. Il fallimento della Woodstock italiana

In un clima che ancora risentiva dell’ondata sessantottina, alcuni tra i principali esponenti del Beat ’72 tentarono di organizzare un grande evento culturale: il Festival internazionale dei poeti, era il giugno del 1978. A partecipare, autori del calibro di Allen Ginsberg che mai avrebbero pensato di vivere un’esperienza simile.

Non c’è altro Dio: la nuova teologia politica di Felix Körner

Felix Körner, gesuita ed esperto islamologo, ha recentemente pubblicato uno studio per Editrice Queriniana su come le due principali religioni monoteiste hanno, in questi secoli, modificato la società. Da qui inizia un lungo iter filosofico per proporre sette ipotesi di modelli politico-religiosi al fine di dimostrare che è ancora possibile aspirare a una religione politica.

Lo spazio e il tempo spiegati con Sanremo

Ci fu un periodo in cui l’ossessione di artisti, pittori, performer, attori e registi teatrali fu quella di allineare il concetto di “rappresentazione” a quello di “realtà”. In sostanza si diceva che un qualsiasi oggetto artistico — che per sua natura vive di codici, di convenzioni — se vuole aspirare ad essere vero deve necessariamente […]

Biennale di Venezia: presto l’inizio della presidenza Buttafuoco

Il mandato del presidente della Biennale di Venezia termina a marzo, con il giornalista Pietrangelo Buttafuoco pronto a subentrare.

Fabrizio De André, una canzone in genovese

La canzone Sidun è una delle canzoni dell’album Crêuza de mä del 1984. L’intero album è cantato interamente in genovese

Hic sunt leones: perché un Atlante ha ancora senso di esistere

In un mondo iperconnesso e mutevole, lo strumento del sapere sembra lo smartphone: Treccani ricorda invece l’utilità dell’Atlante.

L’arte di Cézanne e Renoir arriva a Milano

Cézanne e Renoir in mostra a Milano, da marzo a giugno: un elogio all’Impressionismo ed al profondo legame tra i due artisti.

Elogio della bruttezza: da Lynch a Cronenberg

La storia della bruttezza ha attraversato diverse fasi ed è stata associata dapprima alla deformazione morale, successivamente al diavolo, poi alla caricatura e infine c’è stata una redenzione della sua natura.

I diritti contro l’uomo: la visione di Alain de Benoist

La prima formulazione di una carta dei diritti dell’uomo risale al XVIII secolo ed è figlia della Rivoluzione Francese, la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani è del 1948, il trattato di Parigi risale solo a un anno prima. Chi dice “diritti umani” sembra oggi vestirsi di un’armatura scintillante contro la quale nulla si può. Alain de Benoist puntella e mina un sistema di pensiero che nessuno ha il coraggio di mettere in discussione.