“The Minimalist Evolution”: grande successo per Gabriele Ciampi all’Auditorium Parco della Musica di Roma

“The Minimalist Evolution”: grande successo per Gabriele Ciampi all’Auditorium Parco della Musica di Roma

Gabriele-Ciampi-dirigeLa scorsa domenica 21 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma, il compositore romano Gabriele Ciampi, accompagnato dalla CentOrchestra, è stato a lungo applaudito da un pubblico entusiasta con lo spettacolo inedito “The Minimalist Evolution“, che è un racconto autobiografico in cui l’autore ripercorre le tappe fondamentali e gli avvenimenti che hanno dato vita alla sua musica, capace di suscitare delle autentiche emozioni per la genuina semplicità linguistica, che combina elementi tipici del post-minimalismo e classicismo, ma anche della tradizione del romanticismo russo.

Gabriele Ciampi, giovane direttore d’orchestra e compositore, che oramai vive a a Los Angeles da quattro anni (leggi qui la nostra  intervista) è tornato per esibirsi all’Auditorium Parco della Musica di Roma, presentando per la prima volta in Italia e in esclusiva per la Fondazione Musica per Roma, il suo spettacolo “The Minimalist Evolution”, che si ispira all’omonimo disco e che grazie al coinvolgimento dell’orchestra di 30 giovani elementi, parte da una nota per dare vita ad un vero crescendo emozionale per la sua musica, caratterizzata da una vera forza narrativa.

Le composizioni inedite dello spettacolo sono: un Adagio per Clarinetto Solo, un Preludio per due Violoncelli, in cui gli strumenti dialogano con fraseggi indipendenti, un Trio in SI minore, per Pianoforte, Violino e Violoncello, in cui la tecnica del contrappunto è più evidente con lo scopo di ottenere l’indipendenza melodica delle varie parti, e un Sestetto per Pianoforte e fiati, Flauto, Oboe, Clarinetto in Bb, Fagotto, Corno in F, un Ensemble rara e sofisticata.

Gabriele-CiampiIl maestro Ciampi spiega: “l’idea alla base della CentOrchestra sia quella di avere musicisti diversi provenienti da nazionalità diverse, alcuni molto esperti, altri musicalmente molto giovani ma con tanto entusiasmo”. Inoltre aggiunge: “La nostra attività si svolge tra Europa e America ed avere un’orchestra “internazionale” permette dei vantaggi nelle fasi di preparazione e in fase di concerto. Il linguaggio musicale è universale, ma dalle infinite sfumature e proprio quest’ultime dipendono dalle caratteristiche del musicista: tutto influisce in fase di esecuzione, dalla personalità alla passione musicale dell’esecutore. A questo punto interviene la figura del direttore d’orchestra che deve riuscire a far emergere le qualità personali di ciascun musicista in orchestra. Differenti culture si fondono e creano così una sonorità particolare che aiuta lo spettatore a vivere il brano: per me il musicista è l’eletto fondamentale senza il quale le composizioni (tutte e di qualsiasi periodo) non hanno senso di esistere, sarebbero soltanto note scritte su un pentagramma”.

Gli 11 brani raccolti invece nell’album “The Minimalist Evolution” sono: in apertura “Ritratto Contemporaneo”, costituito da due brani (uno per chitarra, violoncello e orchestra, e uno per pianoforte) in cui si fondono tre linguaggi: classico romantico, minimalista e sperimentale contemporaneo. A seguire il brano “Untouched Melody” scritto in memoria di Neil Armstrong e la “Sonata per Violoncello n.1 in Do# Min”, una composizione in cui, sulla base di una classica forma Sonata dal carattere bitematico e tripartito, si costituiscono fraseggi appartenenti al linguaggio contemporaneo.

In un altro passaggio delle sue dichiarazioni Gabriele Ciampi afferma : “Scrivo per suscitare un’emozione nello spettatore, anche se per pochi secondi. Arrivare dritti all’anima dell’ascoltatore è la soddisfazione più grande per un compositore”. Ebbene il suo obiettivo è stato pienamente raggiunto e la sua musica ha fatto breccia nell’anima del pubblico romano, che è stato toccato dalle note di questo artista eccezionale.

Infine è doveroso segnalare come Gabriele Ciampi, per la sua musica abbia ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra i quali: la medaglia “Eccellenza Italiana”, conferita dal Senato della Repubblica Italiana, la Green-card per Extraordinary Ability, rilasciata dal governo americano, il premio “Instumental Artist of the Year” ai Los Angeles Music Award e il riconoscimento “Primidieci-Under 40 2014” assegnato dalla PrimiDieci Society. Nel 2012 a Mosca e nel 2013 all’Auditorium Parco della Musica di Roma Gabriele Ciampi presenta lo spettacolo “A Christmas Carol”, con musiche da lui scritte e dirette, che debutterà a Los Angeles a dicembre 2015. Il 5 giugno 2014 pubblica l’album “The Minimalist Evolution”, presentato in un concerto a Los Angeles, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura.

Sebastiano Di Mauro
23 dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook