Angela Grazia Arcuri
Angela Grazia Arcuri

Biografia

Nata a Roma quando ancora non esisteva in Italia l’universo web, conta un’attività giornalistica di lungo corso. Muove i primi passi presso l’ufficio stampa di una Confederazione di categoria, ma sua vera vocazione è la critica di costume. Da un’iniziale pubblicazione sul foglio satirico romano “Il Travaso delle Idee” e un primo premio letterario da “Il Pungolo” di Napoli, comincia a collaborare con alcuni quotidiani e periodici del centro-sud. Segnalata come giovane emergente al Premio Giornalistico Fiuggi, segue l’iscrizione all’Unione Stampa Turistica Italiana, specializzandosi in turismo, moda, arte e costume. Si iscrive all’Albo Giornalisti Pubblicisti. Consegue il terzo premio giornalistico INAIL. Nel contempo, si dedica alla novellistica con pubblicazioni su “Grazia” e “Donna Moderna” ed altri settimanali femminili milanesi e romani. Nel 2009 inizia l’avventura del web con 2duerighe, allora vivo il fondatore Leonardo Echeoni, fino alla nuova direzione con pezzi di satira politica e attualità varia nella rubrica “Sparolando – opinioni, costume e società”. Ama i giovani e scrive per i giovani, dai quali impara il “nuovo” ed ai quali dispensa qualche pillola di saggezza di una persona che non è mai stata saggia.

Articoli

Covid19: il silenzio assordante delle periferie romane. Decalogo FOFI per farmacie in affanno

Colle Salario, osservatorio periferico situato a nord-est della Capitale denominato “la piccola New York”, campa alla giornata. Così convien che sia. Nel forzato esilio domiciliare, il pensiero vola insieme alle volute aeree degli uccelli in cerca disperata di cibo. Il supermercato e la farmacia diventano gli unici riferimenti.La banca è una meta andata perduta in quanto da tempo trasferita nel…
Commenti

Covid-19: italiani nell’abbraccio dell’incognita X

Già dopo il crollo delle Torri Gemelle avvenuto a New York il famoso 11 settembre 2001 si disse che tutto era cambiato. Nello spirito di gattopardiana memoria ove tutto cambia per rimanere uguale o, se vogliamo, nell’ottica dei corsi e ricorsi storici, oggi, dopo vent’anni, ci piove addosso un attacco di diversa natura ma per alcuni versi dello stesso sapore…
Commenti

Frenesia del botulino: dallo show-biz alla vicina della porta accanto

Giorni fa, rientrando a casa, incappiamo in una bella ragazza mai vista prima. Ci saluta con un sorriso cordiale. Quindi, in attesa dell’ascensore, ci viene spontaneo chiederle se fosse una nuova inquilina. Ridacchia compiaciuta, poi ci dice di essere la figlia degli inquilini Tizio e Caio….Restiamo sconcertati. Biondissima, capelli lisci a lambirle il collo, occhi bistrati di scuro, labbra visibilmente…
Commenti

Mauro Corona: ghiaccio bollente dalle nevi dolomitiche a Cartabianca

Vien facile lasciarsi andare a qualche innocuo “calembour” che il cognome del personaggio, di cui vogliamo parlare, oggi ci offre. Ma vero è che il martedì sera lo scrittore montanaro, Mauro Corona, imperversa sugli schermi televisivi al pari di un “coronavirus“. Per carità, ben lungi dal volerci servire di un problema sanitario globale tanto grave al momento, è da tempi…
Commenti

La nebbia all’…irto Colle capitolino verso una primavera di quali intese?

La fitta nebbia che ha velato le nostre albe capitoline durante le fatidiche tornate elettorali del 26 scorso è un bell’invito a parafrasare la poetica del Carducci. Diradate or ora le coltri nebbiose, i cieli romani ci appaiono così come sarà il nuovo scenario politico italiano. Vale a dire, piuttosto nuvoloso. Chi ha vinto, chi ha perso? Un bel rompicapo,…
Commenti
Pagina 1 di 5112345...102030...Ultima »