Caduti in corsia: viaggio in un’Italia malata

Libro-inchiesta di Michele Iula che traccia un paralleo tra la sanità Pugliese e quella Lombarda, entrambe travolte da indagini giudiziarie

Venerdì 13 luglio, presso la libreria Feltrinelli di Bari (via Melo), è stato presentato “Caduti in corsia. Viaggio in un’Italia malata” (Editori Internazionali Riuniti) di Michele Iula, giovane giornalista foggiano alle prese con uno dei problemi nazionali più intricati degli ultimi anni. La presentazione editoriale si è svolta alla presenza del sindaco Michele Emiliano, dell’ex assessore regionale alla Salute Tommaso Fiore, del segretario Usppi Nicola Brescia e del giornalista Massimiliano Scagliarini.

Iula in questo libro, che costituisce il suo primo lavoro editoriale,  analizza gli ultimi dati disponibili sul mondo della sanità, dal rapporto di Cittadinanza attiva, alla relazione della Commissione sugli errori sanitari, descrivendone strutture e servizi, spesso alla mercé della malapolitica e delle cricche criminali, che tristemente lasciano spazio solo per questa cinica massima: “Lasciate ogni speranza, o voi ch’entrate”.

Michele Iula nel suo libro Caduti In Corsia, un  manuale di non-sopravvivenza, una sorta di discesa agli inferi racconta tutto quello che non va nel Sistema-Salute Italia e interpretando liberamente l’articolo 1 della costituzione scive: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sulla malasanità e sulla cattiva gestione delle risorse pubbliche. La sanità appartiene alla politica, che la esercita infischiandosene delle forme e dei limiti della Costituzione”.

Il libro mette a confronto la sanità pugliese e quella lombarda. I due modelli sono tanto diversi da essere agli antipodi? Michele Iula se lo ha chiesto e ha dedicato un intero capitolo del suo libro “Caduti in corsia. Viaggio in un’Italia malata“. Nella sua analisi scopre le analogie tra questi due sistemi del tutto opposti, essendo quella pugliese orientata verso il pubblico e quella lombarda  verso la liberalizzazione spinta, ma in comune hanno il “modus operandi politico”.

Questo è il trait d’union tra i due sistemi  che entrambi puntano sulla  “lottizzazione dei posti di potere secondo le logiche della politica”. La sanità pugliese si ritrova con un enorme deficit e  sta facendo i conti con un piano di rientro “lacrime e sangue”, ma anche quella lombarda, pur avendo i  conti in ordine da nove anni, negli ultimi tempi ha dato e continua a dare  parecchio da lavorare alle procure. In entrambe le indagini spesso si sono toccati gli apici del potere.

In Puglia, la  magistratura barese ha chiesto l’arresto di Alberto Tedesco, nominato assessore da Vendola dal 2005 al 2008, mentre in Lombardia,  i  rapporti tra il governatore Roberto Formigoni, il consulente Pierangelo Daccò e la Fondazione Maugeri sono finiti negli scorsi mesi sotto la lente degli inquirenti, dopo  la pubblicazione del libro (avvenuta a febbraio),  che quindi non riporta questi perticolari.

Anche il nome di Don Verzè riporta alla memoria le vicende lombarde relative al maxi indebitamento dell’ospedale fondato dal prete manager, che si intrecciarono con le cronache pugliesi, poiché un progetto di quella giunta (poi revocato da Vendola) pensava di costruire un ospedale nella città di Taranto tramite una fondazione privata, con la collaborazione del San Raffaele di Milano, la cui proprietà sarebbe stata dell’ente pubblico.

Insomma, c’è questo e molto altro nelle 175 pagine di Caduti in Corsia, libro-inchiesta ricco di notizie e dati raccapriccianti. Una analisi delle molteplici criticità che presenta la sanità come “prima azienda italiana”. Un settore che dispone di 110 miliardi di euro all’anno e che impegna i due terzi dei bilanci regionali.

Michele Iula, Laureato in Scienze della Comunicazione all’Università degli Studi di Teramo,  Laureando in Scienze Politiche all’Università di Bari, giornalista, collaboratore del quotidiano “L’Attacco” di Foggia, lo scorso anno, proprio per la sua inchiesta è stato vittima di un’aggressione da parte di un dirigente della sanità pugliese che, come reazione per essere stato tirato in ballo in una serie di articoli, organizzò una vera e propria spedizione punitiva nella redazione del cronista. Durante il grave episodio, Iula è riuscito a registrare l’audio e il file ha fatto in poche ore il giro del web, fino a finire sulla stampa nazionale.

Info:
Caduti in corsia: viaggio in un’Italia malata
Editori Internazikonali Riuniti
AUTORE: Michele Iula
PAGINE: 175
PREZZO: 16,00 euro
ISBN: 978-88-359-9109-0
 

Sebastiano Di Mauro
15 luglio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook