Idol Farm: vivacità al Futurarte

Presso il rinomato Futurarte di Roma, mercoledì 7 novembre si è tenuto il secondo appuntamento con una delle iniziative musicali più vivaci e riuscite della Capitale: Idol Farm!

 Il reality show (live), realizzato in collaborazione fra la Raffaele Pandolfi Events, nota agenzia di eventi e spettacolo, e Glamorize, collaborazione con il gruppo creativo Les Incompetents, unisce sapientemente una serie di elementi che hanno segnato il successo della precedente edizione e che garantiscono la straordinaria partecipazione di pubblico anche quest’anno: un cast giovane, voci eleganti, passione per la musica, uno spettacolo divertente e pieno di freschezza.

 

La ricetta di tanto successo? La capacità di amalgamare l’emozione di una competizione vissuta dal vivo dal pubblico alla gara ricca di colpi di scena che nei giorni successivi che giorno dopo giorno ciascun concorrente deve vincere sul web. Infatti è stato proprio questo l’elemento che ha caratterizzato l’enorme successo dell’anno passato; l’interesse per Idol Farm è aumentato di giorno in giorno attraverso il pubblico del web che ha potuto continuamente votare, seguire e partecipare attivamente attraverso la seguitissima pagina Facebook.

Glamorize, già da tempo famosa per recuperare vecchi format televisivi, trasformandoli ed adattandoli per la realizzazione di serate live insolite, nell’organizzazione di Idol Farm si è addirittura superata: l’accurata direzione artistica di Raffaele Pandolfi e l’irriverente presenza scenica del presentatore dalla battuta pronta e la disarmante simpatia, Antonio Casula, regaleranno ogni due mercoledì delle serate alle quali è difficile non partecipare.

I dodici cantanti emergenti, professionisti selezionati attraverso accurati casting, si mettono in gioco in una gara che prevede il confronto con generi musicali e artisti molto diversi, nei quali di volta in volta si dovranno immedesimare. I loro nomi e i loro volti sono noti al pubblico attraverso la cliccatissima pagina face book. Come accadeva l’anno scorso, la presenza di due giurie garantisce la completezza del voto finale: da una parte la giuria di qualità e dall’altra il pubblico. Come nella serata di mercoledì dove io stessa, invitata come opinionista ho potuto vedere l’enorme talento dei ragazzi in gara e lo straordinario lavoro dei vocal coach  e i consulenti di immagine.

La  giuria di qualità composta mercoledì sera da un parterre di noti personaggi del mondo della musica e dello spettacolo come Valeria Minetti, i Karma B,  Annachiara direttamente da GIAM, Sarahjane Olog, Laura Groggia,  hanno avuto l’arduo compito di giudicare le esibizioni sia dal punto di vista della tecnica musicale che da quello della presenza scenica e delle capacità camaleontiche e interpretative di ciascun concorrente.

Una serata brillante dove a farla da padroni sono stati la passione per la musica e la freschezza dei concorrenti. Anche lo spirito di competizione viene mitigato dal clima di divertimento e la voglia di mettersi in gioco facendo ciò che si ama.

Valeria Vaticano

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook