Discarica a Corcolle: proposta bocciata, Pecoraro si dimette

Dopo la proposta di ieri del  commissario all’emergenza rifiuti di Roma, Giuseppe Pecoraro, che voleva realizzare una nuova discarica a Corcolle, a pochi metri dal sito Unesco, Villa Adriana, ed il conseguente appoggio di Mario Monti alla sua decisione oggi sono arrivate le dimissioni dello stesso Pecoraro e il ministro dell’Ambiente Corrado Clini ha detto che il progetto ora sarà annullato.

Molte le polemiche arrivate dal mondo della politica, della cultura e dal popolo nella giornata di ieri, per via del grande impatto che la discarica avrebbe avuto su una bellezza artistica come quella di Villa Adriana, un patrimonio da conservare e salvaguardare. Pensate che il ministro dei Beni Culturali Lorenzo Ornaghi era arrivato a minacciare le dimissioni in caso di messa in opera della proposta. Il Consiglio dei Ministri ha nominato in giornata il nuovo commissario all’emergenza rifiuti della Capitale, si tratta di  Goffredo Sottile, chiamato al delicato di compito di riuscire a trovare nel più breve tempo possibile una soluzione al problema  del ciclo integrato dei rifiuti della Capitale.
Problema quello dei rifiuti a Roma che richiede un piano preciso e certo, difatti la  mega-discarica di Malagrotta, una delle più grandi d’Europa secondo i tecnici arriverà a saturazione entro la fine del 2012 (quando conterrà 36 milioni di tonnellate di rifiuti) ed a oggi non c’è un altro sito pronto a sopperire al problema.
Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, in una nota ha commentato gli ultimi risvolti della questione affermando di comprendere: “Che le dimissioni del prefetto Pecoraro possano generare nervosismo ma mi corre l’obbligo di sottolineare che Roma Capitale ha competenze meramente concorrenti in merito all’individuazione dei siti per gli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti. Infatti, come si evince dagli articoli 197,198 e 199 del decreto legislativo n. 152/2006 la competenza per individuare le aree idonee o non idonee alla smaltimento di rifiuti è delle province sulla base di criteri individuati dal Piano regionale di gestione dei rifiuti. Ora spetta unicamente al nuovo Commissario nominato dal Governo, il prefetto Goffredo Sottile, la scelta del sito in cui collocare la discarica nell’ambito di tutto il territorio della Provincia di Roma”.

Enrico Ferdinandi

25 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook