“Mio nonno è morto in guerra”: Cristicchi presenta il suo nuovo libro alla libreria “The Book” di Genzano

Giovedì 10 Maggio dalle ore 18:00 presso la libreria “The Book” di Genzano (RM), libreria sicuramente non nuova ad attività d’interesse e vivacità intellettuale, l’autore e cantante Simone Cristicchi presenterà il suo nuovo libro “Mio nonno è morto in guerra”, attraverso la lettura e l’interpretazione di alcuni passi.

Simone Cristicchi, da tempo è impegnato in attività di ricerca volte ad ascoltare la voce, il silenzio di coloro ai quali questa voce è rimasta strozzata nell’anima.  Diviene noto al grande pubblico nel 2005 con il tormentone “Vorrei cantare come Biagio Antonacci” e nel 2007 vince il festival di Sanremo con “Ti regalerò una rosa” una toccante canzone attraverso la quale viene data voce ad una  lettera di Antonio, un escluso, un matto chiuso in un manicomio che scrive a Margherita, una donna anche lei ospite per qualche tempo di quel manicomio, della quale si innamora.

Con “Mio nonno è morto in guerra” continua questa attività di ridare voce agli esclusi e nasce dalla volontà di raccontare le storie minime dei protagonisti della Seconda Guerra Mondiale, le storie di uomini e di donne ammutolite davanti al grande frastuono della storia, e anche le storie di coloro ai quali la parola è rimasta schiacciata di fronte un dolore inenarrabile.

Il bisogno di Cristicchi di colmare questo grande silenzio parte dall’esperienza del  nonno Rinaldo, che per sua fortuna non morì in guerra, come suggerisce il titolo del libro, ma partecipò alla campagna di Russia che scolpì nella sua anima un freddo che ancora oggi deve essere coperto. Questo libro riporta la voce dei protagonisti diretti, la maggior parte dei racconti è nato grazie al contributo di persone che hanno donato la propria testimonianza. Un libro di ricerca, un libro incompiuto per definizione che tuttavia riempie un vuoto di significato che si è dato per riarticolarlo in un’esperienza nuova capace di far emergere nuove sfumature e nuove storie.

Cristicchi durante l’incontro leggerà i suoi passi, anzi, reciterà i suoi passi, con il suo modo inconfondibile e affascinante offrendo agli spettatori una giornata interessante e molto piacevole.

Per info: www.thebook.com

10 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook