Italia Beer Festival chiama Roma risponde

Dal 4 al 6 maggio 2012  all’Atlantico Village di Roma, si è svolta la quarta edizione dell’Italia Beer Festival, organizzato dall’ADB che ha coinvolto oltre ventimila persone. L’ Associazione Degustatori Birra nasce nel 2004 dall’intuizione del suo presidente Paolo Polli e del suo vicepresidente Fulvio Riccobono che ha come obiettivo quello di diffondere la cultura brassicola e promuovere il prodotto artigianale in tutto il territorio italiano. “Da Noi Conta la Qualità!” Con queste parole il Presidente Paolo Polli ha brevemente riassunto il significato di quest’associazione evidenziando il contrasto esistente con la realtà industriale, troppo presente nel mercato brassicolo.

Attualmente il consumo di birra artigianale corrisponde circa all’uno, due percento del consumo totale, un valore estremamente basso, che non rispecchia la reale importanza del prodotto, infatti il Festival cerca di coinvolgere soprattutto i consumatori del prodotto  industriale e di fargli percepire la maggior qualità della birra artigianale. Peculiarità della manifestazione è l’abbattimento delle distanze tra produttori e consumatori che ha permesso ai neofiti di scoprire una realtà sensoriale a loro sconosciuta e agli esperti di confrontarsi con i mastri birrai presenti. L’evento ha ospitato ventidue Birrifici Artigianali italiani che si sono sfidati in una competizione brassicola. La “Cherry Lady”,birra a doppia fermentazione controllata/spontanea con aggiunta di ciliegie, del birrificio Foglie D’Erba, si è aggiudicata il premio di miglior birra del festival.  Il segnale d’espansione della cultura brassicola in Italia è emerso dalla copiosa partecipazione all’altra competizione organizzata dall’ADB, dedicata agli homebrewers (produttori di birra fatta in casa), nella quale ha trionfato la “Belgian Dark Strong Ale” di Andrea Burzi. Il presidente Polli sostiene che il cuore pulsante della birra artigianale è rappresentato proprio dagli homebrewers, categoria di appassionati, dalla quale nascono i nuovi talentuosi mastri birrai. Tempo, Serenità e concentrazione sono elementi necessari ai quali un esperto degustatore non può rinunciare, ma l’energia e la carica positiva della  musica live hanno generato un’atmosfera allegra e spensierata che ha permesso a tutti i visitatori di passare una splendida serata.

Dario Paulizzi

8 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook