Viterbo: si schiantano con l’auto di ritorno dalla discoteca

Una serata in discoteca fuori dalla Toscana a Viterbo,  la velocità, l’alcool, la musica e la sensazione di essere immortali.

Poi uno schianto fortissimo, il dolore, la morte e nessuna spiegazione possibile.

E’ successo nella notte tra sabato e domenica lungo la provinciale Commenda, vicino a Montefiascone, in provincia di Viterbo, in cui in un terribile schianto con l’auto due ragazze di soli vent’anni sono morte mentre per la terza è stata decretata la morte celebrare.

 Salva per miracolo una quarta ragazza, ancora in ospedale mentre alla guida dell’auto c’era un loro amico ucraino rimasto miracolosamente illeso, ha riportato secondo i medici ferite che saranno guaribili in trenta giorni. Il gruppo si stava recando i macchina dalla Toscana in una discoteca del Viterbese. Le due vittime si chiamano Valentina Floriani, 20 anni, e Martina Saletti, 21 anni, le due giovani erano cugine sono morte entrambe sul colpo in seguito allo schianto. Una terza ragazza è invece ricoverata in condizioni disperate all’ospedale Belcolle è sopravvissuta allo schianto, ma gli esami effettuati dia medici hanno evidenziato un elettroencefalogramma piatto, la giovane sottoposta a un esame neurologico, non ha dato alcun segno di funzioni cerebrali. Il suo cuore batte e respira, ma l’attività neurologica è esaurita, per lei è stata decretata la morte celebrare. Una quarta ragazza è ricoverata con ferite gravi allo stesso ospedale di Belcolle per ora è in prognosi riservata, ma nel pomeriggio di ieri le sue condizioni si sono aggravate a causa di un’emorragia interna.

Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri, l’auto arrivata sulla strada a folle velocità sarebbe finita in una cunetta che avrebbe fatto balzare il veicolo in aria, facendolo volare per parecchi metri. Dopo lo spaventoso volo l’auto sarebbe caduta pesantemente sul ciglio della strada e continuando a correre senza controllo, e ribaltandosi su se stessa e terminando la corsa schiantandosi su un grosso masso. La scena rinvenuta dai carabinieri una volta giunti sul luogo dell’incidente era, secondo alcune informazioni, veramente raccapricciante, sull’asfalto per cento metri disseminate borse, cd, telefonini, scarpe, pezzi di carrozzerie e parti meccaniche. I cinque occupanti, durante il terribile volo sarebbero stati sbalzati fuori dalla macchina. I primi a dare i soccorsi sono stati alcuni giovani di Canino che come i cinque ragazzi si stavano recando in discoteca. Si sono trovati così di fronte una scena raccapricciante e drammatica, le due ragazze morte e le altre due svenute, il giovane ucraino che guidava l’auto in stato di choc. Terribile il racconto di quei minuti “Abbiamo visto il giovane conducente che perdeva i denti mentre tentava di parlare” hanno raccontato.

Non è ancora chiaro  quale sia stata la reale causa dell’incidente, di certo l’alta velocità che avrebbe causato il volo, ma si indaga anche sulle condizioni del conducente ucraino che è stato sottoposto ai prelievi del sangue che potranno svelare la presenza di alcool o sostanze stupefacenti nel suo corpo.

Valentina Vanzini

23 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook