Rapinavano banche, in manette la “banda del buco”

Rapinavano banche, in manette la “banda del buco”

poliziaDopo quattro mesi di osservazione e pedinamenti arrestati gli otto componenti della banda. Tra loro anche una donna, dipendente di un istituto di credito della Capitale e considerata la basista del gruppo criminale.

Roma, lunedì 16 febbraio – Dalle prime ore di questa mattina gli agenti di polizia appartenenti alla 5° Sezione “Reati contro il Patrimonio” della Squadra Mobile, stanno eseguendo ordinanze di misura cautelare e numerose perquisizioni nei confronti di un gruppo criminale ritenuto responsabile di una serie di rapine aggravate.

Sono finiti in manette otto componenti della “Banda del Buco”, individuati come autori delle numerose rapine commesse, anche con l’utilizzo di armi da fuoco ai danni di noti istituti di credito della Capitale, situati nel quartiere Balduina ed a pochi passi dalla Città del Vaticano.

In una rapina compiuta durante le festività natalizie, i malviventi, grazie alle dritte ricevute da una dipendente, erano riusciti ad introdursi all’interno dei locali dell’istituto di credito travestiti da Babbo Natale. Una mossa che ricorda il film di Aldo Giovanni e Giacomo “La banda dei Babbi Natale”, ma che ai nostri malviventi è riuscita alla grande, compiendo una rapina di centinaia di migliaia di euro grazie all’asporto di un ingente quantitativo d’oro custodito in una cassetta di sicurezza del caveau.

Gli inquirenti dispongono di un documento nel quale è ripreso un tentativo di rapina, effettuato mediante un buco nel muro – da qui il nome dell’operazione la banda del buco – eseguito dai malviventi all’interno di uno stabile adiacente all’istituto di credito posto a pochi passi dalla Città del Vaticano.

Il personale della Squadra Mobile ha monitorato giornalmente, per quattro mesi consecutivi, la losca attività attraverso riservati e delicati servizi di pedinamento ed osservazione. Sono riusciti così ad intercettare e documentare tutti i contatti del gruppo criminale, i sopralluoghi effettuati di giorno e di notte e i furtivi ingressi all’interno dello stabile effettuati dalla “Banda del buco”.

Per ora otto gli arresti. In manette anche la dipendente “infedele” dell’istituto di credito.

Jessica Zecchinato

16 febbraio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook