Castelli Romani: avvistati lupi, si pensava fossero estinti

La scorsa settimana gli uomini della guardia forestale dei Castelli Romani, nei pressi dei Pratoni del Vivaro avevano avvistato una lupa con due cuccioli al seguito, una notizia sensazionale: si pensava difatti che i lupi non fossero più presenti in queste zone da decenni.

Si tratta di lupi che fano parte della famiglia del lupo appenninico, sono più piccoli di stazza rispetto al lupo comune e diffidato della presenza umana, tendono a scappare quando si prova ad avvicinarsi. Non sono quindi pericolosi per l’uomo. Ieri la conferma della presenza di questi animali, dei guardaparco hanno trovato segni inequivocabili del passaggio di almeno un esemplare adulto (escrementi e ciuffi di pelo).
Il comandante dei guardaparco, Carlo Grillo, rassicura i romani: “stiano tranquilli: i lupi non si avvicineranno mai alle zone abitate di Roma. Per noi si tratta di una bella notizia, che conferma le segnalazioni e gli avvistamenti di lupi negli anni passati. Non ci sono pericoli perché i lupi sono animali intelligenti e si tengono lontani dall’uomo. La loro presenza al contrario è auspicabile  per arginare un altro problema che sta emergendo in questi ultimi anni, ovvero l’aumento esponenziale dei cinghiali.”

Enrico Ferdinandi

11 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook