Omicidio a Roma: muore Fanella, era coinvolto nella truffa Fastweb

Omicidio a Roma: muore Fanella, era coinvolto nella truffa Fastweb

omicidio-fanella-romaSilvio Fanella, 41 anni, è stato ucciso stamani in via dei Gandolfi a Roma a colpi di pistola nella sua casa, era un pregiudicato coinvolto nell’inchiesta Fastweb, che gli costò una condanna a 9 anni di reclusione per l’inchiesta sul riciclaggio di 2 milioni di euro che ha coinvolto anche Gennaro Mokbel. Con lui erano imputate un’altra ventina di persone. Secondo l’accusa Fanella ricopriva un ruolo cardine nell’organizzazione e nel trasferimento dei fondi fuori dai confini nazionali.

In particolare era accusato di aver provveduto “al materiale trasferimento delle somme indebitamente sottratte all’erario per il relativo reinvestimento in attività lecite e illecite, il controllo delle attività investigative in atto, l’assistenza alle famiglie degli associati che si erano allontanati dal territorio nazionale in conseguenza delle indagini in corso”.

Oltre all’uccisione di Fanella è stato ferito un uomo, probabilmente un membro del commando, che è stato soccorso dal 118 e trasportato in codice rosso al policlinico Gemelli. L’uomo è in trattamento chirurgico per le importanti ferite da arma da fuoco. Le condizioni sono molto gravi e la prognosi è riservata, come si comunica in una nota redatta dal Policlinico.

Gli investigatori della Squadra mobile di Roma stanno dando la caccia ai due killer fuggiti subito dopo l’agguato a bordo di una Croma bianca, che è stata ritrovata in via Premuda, nel quartiere Prati.

A dare l’allarme sono stati i vicini di casa della vittima, allertati dagli spari e dalle urla. Sul posto sono intervenuti prima gli agenti della polizia e della Squadra mobile. Successivamente è intervenuta anche la Polizia scientifica, per svolgere i rilievi del caso in modo da cercare di chiarire la dinamica dell’agguato.

Davide Lazzini
3 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook