Cantine aperte: il vino in scena

Cantine aperte: il vino in scena

merumalia1Sabato 24 e domenica 25 maggio in tutte le regioni italiane si è tenuto Cantine Aperte, un evento imperdibile per gli appassionati di vino, un’occasione unica in cui cantine e produttori vinicoli hanno potuto accogliere professionisti del settore e semplici curiosi per far conoscere e promuovere le proprie produzioni. Nella regione Lazio, che ormai da diverso tempo registra un costante e notevole miglioramento della qualità dell’offerta vinicola, sono state molte le cantine ad aprire le proprie porte. Tra le aziende partecipanti numerose sono quelle dei castelli romani, zona alle porte di Roma rinomata per la sua tradizionale coltivazione dei vigneti e per le bellezze paesaggistiche. A Montecompatri, la Tenuta Le quinte illustrerà agli enoturisti la propria cantina e i vigneti; a Frascati, cittadina nota per le sue ville rinascimentali, il Casale Marchese unisce alle visite guidate un mercatino di artigianato e antiquariato, il Casale Vallechiesa ha proposto un accompagnamento musicale e un’esposizione di creazioni artigianali di bigiotteria, la Tenuta di Pietraporzia ha fatto visitare le sue antiche grotte. Sempre a Frascati, l’agriturismo Merumalia Wine Resort, che ha partecipato per la prima volta alla manifestazione, ha consentito agli ospiti di visitare la cantina, i vigneti e gli uliveti e degustare la produzione vinicola dell’azienda, in particolare il Frascati superiore DOCG e il Vetus IGP Lazio rosso. Per godere del paesaggio e della natura circostante, in collaborazione con l’azienda biologica De Sanctis, confinante con Merumalia, hanno organizzato passeggiate e percorsi a piedi o a cavallo all’interno della tenuta.

merumalia3Abbiamo incontrato Luigi Fusco, “padrone di casa” di Merumalia Wine Resort, e gli abbiamo chiesto se ritenesse importante  questo evento per  un’ azienda come la sua che partecipa per la prima volta a Cantine Aperte; ha commentato: “Questi eventi, organizzati sapientemente su scala nazionale dalla Associazione Movimento per il Turismo del Vino, non sono solo importanti per la promozione dei prodotti agricoli di qualità delle singole aziende a Roma, ma sono estremamente necessari  per il rilancio dei prodotti di eccellenza del territorio agricolo della campagna romana che, tra l’altro, è estremamente ricco di storia, cultura, valori paesaggistici ed ambientali che si stanno perdendo a causa di un processo di cementificazione indiscriminato e scarsamente programmato. La sinergia e la collaborazione fra le aziende vitivinicole, cioè quelle che si occupano di tutta la filiera del vino dalla produzione del vino all’imbottigliamento e vendita diretta, come appunto Merumalia Wine Resort, non può che risultare positiva e contribuire alla salvaguardia del territorio del Frascati affiancandosi a quanto possono fare ancor più efficacemente le amministrazioni locali per rilanciare il nostro territorio”.

In effetti Merumalia Wine Resort ha accolto gli enoturisti con un programma di attività diversificate. Oltre alla tradizionale degustazione dei propri vini come PRIMO (Frascati Superiore DOCG), FIANO (IGP Lazio Bianco), VETUS (IGP Lazio Rosso), ed alla possibilità di pranzare in vigna, l’azienda Merumalia Wine Resort ha aperto agli ospiti la cantina per una visita alle attrezzature ed al processo di vinificazione, ha attrezzato una postazione di pony, in collaborazione con il maneggio Ranch San Marco di Frascati, per i visitatori piú piccoli, ha ricordato gli eventi storici avvenuti nella zona dell’antico Lago Regillo correlati all’archeologia presente nella zona su cui si affaccia l’azienda, grazie ad una presentazione semplice ed accattivante della professoressa Anna Maria Vecchioni ed ha allestito una esposizione di sculture e quadri di artisti nostrani, quali merumalia2Laura Petrossi, Giancarlo Corizza e Sergio Gullotta, che ha completato il programma accolto con grande interesse dai numerosissimi visitatori!

26 maggio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook