Palazzo Margutta: “Atmosfere contemporanee”, dal 15 al 22 febbraio

Palazzo Margutta: “Atmosfere contemporanee”, dal 15 al 22 febbraio

Sabato 15 febbraio, a Roma in Via Margutta 55, nella galleria Palazzo Margutta, Il Mondo dell’Arte presenta la mostra “Atmosfere contemporanee” una  collettiva dove saranno esposte le opere di sei artisti: Cristina Basso, Arianna Cox, Giancarlo de Gennaro, Angelo Fois, Laura Piccininni e Roberto Salvatori.

La mostra è uno degli eventi più attesi della nota galleria romana, dove ogni anno artisti differenti raccontano la propria visione della contemporaneità, ognuno con il proprio linguaggio specifico, ognuno con la propria sensibilità. Il Maestro Elvino Echeoni e Remo Panacchia hanno selezionato gli artisti e curato l’esposizione e la mostra è allestita e curata dal gallerista Adriano Chisuri.

Un appuntamento imperdibile dove opere diverse, ma ben assortite tra loro, invitano lo spettatore al dialogo, ponendo una domanda forte sull’essenza della contemporaneità davanti alla quale tele più tenui affiancate ad altre più vivaci, opere di generi diversi, tentano di offrire delle risposte artistiche capaci di restituire la complessità del nostro tempo. Dice Elvino Echeoni: “In questa esposizione si passa dall’arte iperrealista e astratta a quella che ripropone un surrealismo fiabesco, in cui l’uso del colore, talvolta forte, riesce ad accendere l’immaginazione dell’osservatore, o ancora un mondo poetico nutrito di una magia sospesa in uno spazio quotidiano familiare e privato” e aggiunge Remo Panacchia: “abbiamo cercato di mettere in evidenza le differenze stilistiche e tematiche di artisti di provenienza, non soltanto formativa e culturale, assolutamente diversa. Così facendo siamo riusciti, a mio avviso, a presentare visioni differenti della realtà da cui prendono forma lavori che, seppur eterogenei, sono ugualmente coinvolgenti”.

La mostra è in programma a Palazzo Margutta fino al 22 febbraio. Il vernissage è fissato per sabato 15 febbraio dalle 18.30 alle 22.00

di Redazione
15 febbraio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook