Any Given Monday, la serata speciale della movida romana: tutti i lunedì al Qube

Any Given Monday, la serata speciale della movida romana: tutti i lunedì al Qube

agm-qube-romaI giovani d’oggi si contraddistinguono per il loro essere instancabili nel divertimento e per la loro idolatria nei confronti dei dio “Sabato sera”. Ma oramai il divertimento si ricerca ogni giorno della settimana. Così per chi è restio a rassegnarsi all’idea che il lunedì sia davvero giunto ad interrompere i fasti della movida, in questo caso romana, ecco che un evento ad hoc scongiura il pericolo. L’Any Given Monday, in italiano suona “Ogni maledetto lunedì”, è l’evento che ha luogo il lunedì sera nella discoteca romana Qube, discoteca famosa soprattutto per ospitare le sue serate Mucca Assassina. L’Any Given Monday, evento ormai consolidato in molte città europee, gioca sulla volontà di non far terminare il fine settimana che si presume sia stato già da sballo. Allora il lunedì si va avanti a ballare.

Il Qube si caratterizza per avere a disposizione uno spazio di tre stage, ognuno caratterizzato da un tipo particolare di genere e stile musicale,con innumerevoli dj e vjset. Non mancano spettacoli con dj set e ballerini, uomini e donne, con costumi e scenografie di volta in volta particolari. Nella scorsa serata di lunedì 25 novembre, per esempio, l’ambientazione era messicana con il tema “Que viva Mexico”. A ritmo di musica mariachi e tropicale, i dj che si sono alternati in consolle hanno dato un assaggio del caldo clima del paese del centro America.

Ballerini all’ombra di vistosi sombreri hanno ballato sul palco con una scenografia e una cornice che rasentava a tratti la blasfemia, presentando sugli schermi l’immagine della Madonna con il viso da teschio. L’anticonformismo e l’anticonvenzionalismo la fanno da padroni, insomma. La serata appena conclusasi di ieri sera 2 dicembre ha visto un AGM in versione Deluxe. Si tratta di un appuntamento questo che potenzia gli inconfondibili tratti che caratterizzano di per sé l’AGM. Le sonorità vintage dell’indie-rock si mescolano alle rotondità electro, ma tutto è più luccicante, curato ed elaborato grazie alla collaborazione dei migliori artisti AGM. Si aggiunge la partecipazione di un ospite. L’ultima serata dello scorso lunedì 2 dicembre ha visto come ospite i Friendly Fires, gruppo musicale inglese di St. Albans nell’Hertfordshire. Jack Sadvige, il batterista della band, è stato alla consolle durante la serata. Un caotico caleidoscopio di giovani del panorama romano.

agm-qube-roma.2jpgIl Qube è una discoteca non targhetizzata, aristocratica e popolare, “coatta” e se vogliamo “chic” al tempo stesso. Come è possibile tutto questo? Semplice perché se si entra, non lo si fa per fare sfoggio del proprio abito; non lo si fa per stare seduti comodamente su di un divanetto a sorseggiare in relax un drink. Se si sceglie Qube, si sceglie divertimento, si sceglie ballo esagerato per l’intera serata. Sempre che il fisico regga le aspettative.

Una discoteca fatta solo ed esclusivamente per divertirsi senza pregiudizi o preconcetti o standard. Il suo non essere aderente a dei canoni, ma totalmente anticonvenzionale, conosciuta anche per le serate Mucca Assassina, serate dedicate specificamente al pubblico omosessuale. Ora in tutto questo divertirsi, l’unica cosa che ci auguriamo è che nella trasgressione della discoteca del lunedi sera, non si nasconda la causa di un martedì mattina all’insegna della più barbara emicrania al tavolo della scrivania d’ufficio o a prendere noiosi appunti in una lezione universitaria. Del resto siamo italiani, non c’è mal di testa che un buon espresso non possa alleviare!

Raffaella Antonini
3 dicembre 2013

montaggio video di Mattia Coletti

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook