Tenta di uccidere la convivente e ferisce anche il neonato: arrestato a Roma

Tenta di uccidere la convivente e ferisce anche il neonato: arrestato a Roma

Femminicidio2ROMA – Un venezuelano di 24 anni è stato arrestato questa mattina dai Carabinieri della Stazione Roma Centocelle per aver tentato di uccidere la convivente dopo ripetuti maltrattamenti e per aver ferito il figlio neonato. La tragedia è stata sfiorata all’interno del loro appartamento in Viale Pelizzi, in seguito all’ennesima lite tra i due: l’uomo, colto da un raptus di follia, ha preso un coltello da cucina e si è scaraventato contro la convivente, una donna colombiana di 21 anni, infierendo anche con colpi al volto. In quel momento, purtroppo, nell’appartamento era presente anche il neonato figlio della coppia, in braccio alla madre, che ha riportato una lieve contusione al capo. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e tentato omicidio nei confronti della convivente.

Dopo l’aggressione, il 24enne ha lasciato l’abitazione e la giovane donna ha potuto chiamare i Carabinieri, che si sono immediatamente attivati per ricostruire l’intera vicenda. La donna ha poi denunciato anche altre violenze subite in passato dal compagno sudamericano. Questa volta, però, la follia ha colpito anche l’innocente neonato: la donna, ferita a un braccio e a una gamba, non è riuscita a evitare che il bambino fosse colpito al capo. Nel sopralluogo all’abitazione della coppia, i militari hanno rinvenuto il coltello dell’aggressione e il cuscino usato dalla donna come scudo. L’indiziato è stato fermato e portato nel carcere di Regina Coeli. Fortunatamente, mamma e figlio, ricoverati, non rischiano la vita.

 Giacomo di Valerio
8 ottobre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook