Roma: nubifragio paralizza la città. Tanti disagi ed un centinaio di interventi dei pompieri

Roma: nubifragio paralizza la città. Tanti disagi ed un centinaio di interventi dei pompieri

Nubifragio RomaIn questa strana estate, che è tardata ad arrivare, che ha fatto fatica a stabilizzarsi,  ieri a Roma c’è stato spazio per un nubigfragio stile tropicale, segno che il clima è ormai veramente impazzito.
Così in quello che era o doveva essere un piacevole pomeriggio estivo, si è abbattuto su Roma  un violento il nubifragio che ha causato allagamenti, alberi caduti, trasporti in tilt, danni e disagi di ogni tipo. Fortunatamente è durato poco,  ma sufficiente per paralizzare l’intera città: la stazione Termini della Metro A è stata chiusa momentaneamente e l’Atac ha istituito un servizio navette tra Repubblica, Termini e Vittorio.
La causa  dell’allagamento della stazione è stato dovuto al fatto che la pioggia ha mandato in tilt i quadri di alimentazione, perchè l’acqua piovana, non defluita nei tombini di Piazzale dei Cinquecento, si è infiltrata in una griglia di ventilazione, e ha raggiunto i tre livelli sottostanti della stazione.
Si sono avuti allagamenti anche alle stazioni di Lepanto, Bologna e Annibaliano. Sempre a causa del nubifragio in via Torrevecchia è stata parzialmente chiusa per la caduta di un albero ma subito riaperta. Chiusa invece viale del Policlinico e la linea 649 deviata via Bari-via Morgagni.
Gi interventi dei vigili del fuoco a Roma e provincia,  hanno sfiorato il centinaio, mentre migliaia e sonon state le telefonate per  chiedere il da farsi. Grossi disagi si sono avuti nell’hinterland romana, come a Villa Adriana e Palestrina, dove diversi automobilisti sono rimasti bloccati nei box e nei sottopassi.
Disagi si sono avuti anche a Cassino e in altri comuni del circondario in provincia di Frosinone, dove la pertubazione temporalesca si è spostata, dopo aver lasciato la capitale.
L’assessore alla Mobilità e ai Trasporti di Roma Capitale Guido Improta, si è recato alla Stazione Termini per verificare danni e disagi e disporre eventuali provvedimenti in favore della cittadinanza e nell’occasione ha dichiarato: “i disagi ai cittadini sono da attribuirsi in gran parte alla ‘eccezionalità’ della precipitazione verificatasi questo pomeriggio a Roma”.
Il neo sindaco di Roma Ignazio Marino,  ha attivato una unità di crisi e ha coordinato personalmente dal Campidoglio gli interventi necessari.
L’assessore ai Lavori Pubblici e alle Periferie di Roma Capitale, Paolo Masini, in una nota divulgata alla stampa ha così commentato: “Il maltempo di oggi dimostra che, accanto alle grandi opere, per le quali ribadiamo tutto il nostro impegno, Roma ha bisogno della massima attenzione e della cura costante per la manutenzione dei tombini e delle strade. Lavoreremo fin da subito per non permettere più che un semplice temporale estivo provochi problemi ai romani”.

Redazione Roma
8 luglio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook