FarFalle, lacerti di dolorosa memoria

FarFalle, lacerti di dolorosa memoria

FarFalle ha tutta la delicatezza del titolo che porta, insieme alla moltitudine dei suoi colori. Che sono poi quelli della vita vissuta in libertà, dove la violenza non ha ancora cancellato varietà e differenze. Ma racconta anche come la vita si spegne quando la ferocia disumana prende il sopravvento e di come allora si dimentichino i colori e i contorni delle farfalle comincino a sfumare nel ricordo. Resta solo, impresso nella memoria, il nero delle loro antenne, così simile al nero del filo spinato del campo di concentramento. Perchè FarFalle ci vuole raccontare si, del genocidio ebraico, apice del nazifascismo in Europa, ma ci ricorda anche che laddove si comincia a negare libertà individuale e uguaglianza, ci si avvia verso un campo di concentramento.
foto-articolo
Teatro - 28 Gennaio 2022

di Raffaella Roversi

Condividi: