Raffaella Roversi
Raffaella Roversi

Biografia

Ho vissuto da piccola in Africa, a Lusaka. Quegli spazi dilatati e quei colori, forti, accesi, ancestrali, sono rimasti dentro me. Amo le grandi stanze dagli alti soffitti, l’immensità dello spazio intorno a me. Mi sono laureata con lode in legge a Roma, mia città natale; dopo un corso di specializzazione, sono partita con due borse di studio per Lussemburgo e Bruxelles. Non sono più tornata, passando 15 anni tra Bruxelles, dove ho lavorato nel settore giuridico comunitario e Monaco di Baviera, dove ho insegnato la lingua dei padri in azienda e all'università (LMU). Mi piace la lingua di Voltaire e quella di Goethe. Ma che piacere ritrovare la mia, con i colori e profumi dei suoi dialetti! Al teatro mi sono avvicinata dopo un grande patatrac affettivo. Avevo creduto che la vita fosse una cosa molto seria, per persone serie, tutte d’un pezzo. Poi tutto è crollato e del mio bel mosaico non è rimasta che qualche tessera scolorita che sembrava per giunta di un altro mosaico, di un’altra vita, non di quella che avevo creduto vivere. E così, per non farmi travolgere dalla mia storia, ho cominciato a guardare le storie degli altri su un palco. Arrivando alla conclusione vagamente burlesque, che la vita è un gran bel teatro! E questo vorrei condividere con voi: l'emozione, la finzione, la verità del teatro, o, se volete, della vita!

Articoli

Le Signorine, una ventata di veracità napoletana

Una ventata di dolce-amara veracità napoletana arriva al Teatro Franco Parenti di Milano con Le Signorine, di Gianni Clemente. Ve la regaleranno dal 23 Ottobre al 3 Novembre 2019 due grandi interpreti del teatro italiano, Isa Danieli e Giuliana De Sio. In scena sono due sorelle un po’ attempate, costrette da una faticosa convivenza. Lavorano in una merceria storica di…
Commenti

Il Maestro e Margherita: tutto l’universo fantasmagorico di Bulgakov

Con Il Maestro e Margherita, sul palco del Piccolo Teatro Strehler di Milano sino al 27 ottobre 2019, si muove l’universo fittamente abitato di Bulgakov, fatto di innumerevoli personaggi, delle loro trasformazioni, incontri, avvicinamenti inattesi, sullo sfondo di una quotidianità complessa e contraddittoria. La regia di Andrea Baracco dirige sapientemente questa sinfonia talvolta fantasmagorica, talaltra lieve in un flusso narrativo…
Commenti

La parola giusta, per restituire verità ad una strage

 La parola giusta è un monologo con Lella Costa, scritto da Marco Archetti e diretto da Gabriele Vacis andato in scena dal 2 al 6 ottobre 2019 al Piccolo Teatro Grassi di Milano. Il Piccolo Teatro, insieme Centro Teatrale Bresciano torna con questo spettacolo a riflettere su quel periodo della tensione che ha attraversato l’Italia tra il 1969, strage di…
Commenti

Piazza Fontana, la nuova stagione del Teatro della Cooperativa

All’attentato di Piazza Fontana di cinquant’anni fa, è dedicata la nuova stagione 2019/20 del Teatro della Cooperativa, a Milano. “La madre di tutte le stragi”, Piazza Fontana appunto (12 dicembre 1969), sarà un momento di condivisione, di interrogazione, di ricerca. Non un mero ricordo celebrativo quindi, ma memoria condivisa. Quella capace di far luce sul filo sottile che annoda il…
Commenti

De Chirico e il suo mondo enigmatico e bizzarro

Palazzo Reale di Milano ha già dedicato a Giorgio De Chirico una importante retrospettiva nel 1970, in occasione dell’ottantaduesimo compleanno del pittore nato in Grecia nel 1888 e morto a Roma nel 1988. Torna a farlo ora, dal 25 settembre 2019 al 19 gennaio 2020, avvalendosi anche dei copiosi studi degli ultimi decenni. Molteplici sono i motivi: continuare ad indagare…
Commenti
Pagina 1 di 7512345...102030...Ultima »