Raffaella Roversi
Raffaella Roversi

Biografia

Ho vissuto da piccola in Africa, a Lusaka. Quegli spazi dilatati e quei colori, forti, accesi, ancestrali, sono rimasti dentro me. Amo le grandi stanze dagli alti soffitti, l’immensità dello spazio intorno a me. Mi sono laureata con lode in legge a Roma, mia città natale; dopo un corso di specializzazione, sono partita con due borse di studio per Lussemburgo e Bruxelles. Non sono più tornata, passando 15 anni tra Bruxelles, dove ho lavorato nel settore giuridico comunitario e Monaco di Baviera, dove ho insegnato la lingua dei padri in azienda e all'università (LMU). Mi piace la lingua di Voltaire e quella di Goethe. Ma che piacere ritrovare la mia, con i colori e profumi dei suoi dialetti! Al teatro mi sono avvicinata dopo un grande patatrac affettivo. Avevo creduto che la vita fosse una cosa molto seria, per persone serie, tutte d’un pezzo. Poi tutto è crollato e del mio bel mosaico non è rimasta che qualche tessera scolorita che sembrava per giunta di un altro mosaico, di un’altra vita, non di quella che avevo creduto vivere. E così, per non farmi travolgere dalla mia storia, ho cominciato a guardare le storie degli altri su un palco. Arrivando alla conclusione vagamente burlesque, che la vita è un gran bel teatro! E questo vorrei condividere con voi: l'emozione, la finzione, la verità del teatro, o, se volete, della vita!

Articoli

I Giganti della Montagna, la profezia delle morte della bellezza

Il Teatro della Contraddizione di Milano ha aperto la sua nuova stagione il 22 ottobre 2020 con I Giganti della Montagna, di e con Valentina Banci. Purtroppo il Dpcm ha obbligato anche questa sala milanese a chiudere temporaneamente, nonostante tutte le modifiche apportate per adattare spazio e spettacoli. Ed è stato in questo contesto di “adattamento” che è nato lo…
Commenti

Tutto quello che volevo Storia di una sentenza: le parole sono l’abisso

Tutto quello che volevo Storia di una sentenza, di Cinzia Spanò, sarebbe dovuto restare al Teatro Elfo Puccini di Milano fino al 1 novembre 2020 e fare il tutto esaurito, come la scorsa stagione. Il Decreto della Presidenza del Consiglio del 24 ottobre ha imposto però ai teatri la sospensione degli spettacoli fino al 24 novembre. Chi, come noi, ha…
Commenti

Jazzmi si ferma dando appuntamento al 2021: torneremo presto!

Jazzmi la grande manifestazione di musica jazz, giunta alla sua quinta edizione, è iniziata a Milano, giovedi 22 ottobre 2020, prima giornata di coprifuoco in Lombardia. Si è dovuta fermare però il 26 ottobre, dopo 60 concerti, in rispetto al Dcpm che non dà spazio a soluzioni per gli eventi live. Gli organizzatori avevano dimostrato grande flessibilità, intelligenza e slancio…
Commenti

Diplomazia: la spinta al riscatto umano che fa la Storia

Sino al 22 novembre 2020 al Teatro Elfo Puccini, va in scena, Diplomazia, di Cyril Gely. Lo spettacolo, che si apre con i “latrati tedeschi” ed immagini naziste di repertorio, è di Elio De Capitani e Francesco Frongia. Sul palco, Elio De Capitani e Ferdinando Bruno sono antagonisti. Il primo, è infatti il Generale Dietrich von Choltitz, governatore militare della…
Commenti

Teatro Franco Parenti: Ma il teatro c’è, a preservare umanità

È con dei versi di Rilke sulla pazienza, che la signora Andrée Ruth Shammah, direttrice del Teatro Franco Parenti di Milano, apre la sua conferenza stampa per dire alla città di Milano: la situazione non è bella, “Ma il teatro c’è!”. Il Franco Parenti, grazie anche alla collaborazione con il Teatro La Pergola di Firenze, c’è con una Nuova Stagione…
Commenti