Alla scoperta di Eric Dier

Alla scoperta di Eric Dier

eric dierEric Dier nasce nella città termale di Cheltenham il 15 gennaio del 1994, è considerato uno dei più grandi talenti inglesi in circolazione ed attualmente milita nel Tottenham di Pochettino.

Il suo ruolo naturale è quello di centrale destro della difesa a quattro ma all’occorrenza può ricoprire il ruolo di terzino. Eric, come abbiamo detto, nasce nella contea di Gloucestershire ma la sua carriera calcistica inizia tra le fila delle giovanili dello Sporting Lisboa a causa del trasferimento della famiglia in terra lusitana.I genitori di Eric tornano in Inghilterra nel 2010, lui rimane in Portogallo e durante la primavera dello stesso anno per Dier arriva il primo contratto con la società bianco verde. Nel gennaio 2011 Eric torna in patria, l’Everton lo cerca, lo Sporting accetta la proposta di prestito ed il classe ’94 passa diciotto mesi in Inghilterra vestendo la maglia dell’under 19 dell’Everton.

Arriva la stagione 2012/13, Dier si mette in luce con lo Sporting B,  Vercauteren lo nota e lo aggrega in prima squadra facendolo esordire nel match contro lo Sporting Braga. Non c’è nemmeno il tempo per dilungarsi troppo con i complimenti, una settimana dopo Eric mette a segno la sua prima rete tra i professionisti contro il Moreirense.La stagione seguente non arriva la consacrazione  ma una lunga fase alterna tra prima e seconda squadra. Il campionato volge al termine e nella sessione di mercato estiva si scatena l’asta per accaparrarsi il gioiellino inglese: sulle sue tracce ci sono moltissimi club della Premier, dal Newcastle al Manchester United, ad avere la meglio è però il Tottenham di Pochettino, 5 milioni nelle casse dei Leònes e Dier torna definitivamente in Premier. Debutta il 16 agosto contro il West Ham ed è proprio la sua rete in pieno tempo di recupero a regalare i tre agli Spurs. Passano solo sette giorni ed Eric mette a segno la sua seconda rete stagionale, quella del momentaneo due a zero contro il QPR, il ragazzo promette davvero bene e probabilmente è già nel mirino di Roy Hodgson.

Lorenzo Bruno

01 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook