Veronica Mars: dal piccolo al grande schermo

Veronica Mars: dal piccolo al grande schermo

Veronica-Mars-DVD-boxQuella di Veronica Mars è una delle serie con il fandom più fedele degli ultimi anni. Dopo tre stagioni dal 2004 al 2007 per un totale di 64 episodi, lo show capitolò a causa dell’incostanza degli ascolti dopo la fusione del network originario UPN con un’altra azienda che diede vita alla The CW.

I fan accolsero la notizia della cancellazione con grande amarezza, perché le vicende della coraggiosa Veronica non erano giunte a compimento. Nel 2013, finalmente, l’ipotetico film di cui si vociferava, è stato realizzato attraverso un cofinaziamento.

I fan hanno infatti raccolto parte dei fondi tramite il sito Kickstarter. Un traguardo che parla chiaro rispetto all’amore che i telespettatori provano nei confronti del telefilm.

Così, dal piccolo al grande schermo, la storia della studentessa di Neptune è stata portata avanti.

Abbiamo conosciuto Veronica quando portava i capelli corti, era imbronciata, sarcastica e arrabbiata col mondo. D’altra parte la sua migliore amica Lily Kane era da poco stata assassinata.

Quando Abel Koontz si dichiara colpevole, per Veronica e il suo occhi indagatore è difficile credere alla semplice apparenza. Le incongruenze emergono, le vicende si complicano e mentre suo padre Keith, deriso e spinto a lasciare il suo posto di sceriffo, si dedica all’investigazione privata, anche la nostra protagonista scorge in se stessa un’attitudine ad indagare.

Inutile dire che i guai non mancano e neppure i personaggi a cui affezionarsi: il miglior amico Wallace Fennel, Eli “Weevil” Navarro, Cindy detta “Mac” maga dell’informatica, il bizzarro Dick Casablanca e molti altri. Per non parlare poi degli interessi amorosi di Veronica: il primo fidanzato Duncan Kane, il tormentato amore Logan Echolls e il compagno del college Piz.

Nel cuore dei fan la coppia dominante è quella Veronica-Logan che ritroveremo risanata nel film. Non era concepibile, infatti, abbandonare Logan nei suoi problemi e non sapere cosa ne sarebbe stato di Veronica e dei suoi amici. Si tratta di personaggi rilevanti nel bene e nel male, con forti personalità e storie consistenti che non meritavano di essere lasciate irrisolte.

“In quale mondo abbandoni l’incontro e dici che hai vinto?”.

Infatti Veronica torna, con la sua laurea alla Stanford e una gloriosa carriera davanti. Ma quando Logan viene accusato di omicidio, in lei si risveglia un istinto primordiale impossibile da ignorare.

La pellicola, che ha ottenuto il finanziamento pubblico più alto di sempre nella categoria dei film, può risultare poco corposa per i fan più accaniti. Riprendere le fila di un discorso lasciato da tempo in sospeso, con vari punti da trattare, può non essere facile.

Ma il sentimento di attaccamento e il piacere di rivedere i vari protagonisti supera le sottigliezze.

Il film ha dato quantomeno un sorta di epilogo in grado di compattare una storia rimasta frammentata, accontentando il pubblico anche nel suo essere esigente.

Il personaggio di Veronica rappresenta il giusto mix di ribellione e sensibilità, desiderio di giustizia e bisogno di affetto, simboleggiato dall’assente figura materna. Sempre pronta a rispondere a tono e a mettersi in gioco per i suoi cari ma anche per i ragazzi in difficoltà nella sua scuola, Veronica va oltre i limiti del suo carattere chiuso, delle sue paure e delle sue insicurezze, ben celate dietro un sorriso di sfida… e dietro l’obiettivo della macchina fotografica.

Fa piacere poter portare a compimento il percorso di una figura di cui abbiamo seguito lo sviluppo nel corso del tempo e che abbiamo trovato più maturo e consapevole, ma di fondo mosso dal solito familiare spirito cui ci siamo anni fa affezionati.

In conclusione: guardare le repliche di Veronica Mars è sempre una giusta mossa e perdersi il film, invece, non lo è!

Francesca Aliperta

17 ottobre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook