Serie TV americane: le 5 comedy da non perdere

Serie TV americane: le 5 comedy da non perdere

comedy centralQuando si parla di comedy, il piccolo schermo ha dei grandi protagonisti di cui ogni telefilm addicted ha sentito parlare: che si tratti di How I Met Your Mother, Scrubs o The Big Bang Theory e tornando indietro di Dharma&Greg, Friends, La Tata e i vari classici, non si scappa al potere dei grandi successi.

Ma nell’ambito di cui stiamo parlando c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Molte serie si accalcano a far la fila per essere buone comedy e qualcuna può sfuggirci nell’ombra di quelle che vanno per la maggiore.

A questo scopo, ecco una lista di altri cinque show ben realizzati e divertenti che non dovreste farvi scappare:

  1. Melissa & Joey

Ricordate tutti Melissa Joan Hart che interpretò Sabrina Spellman nella serie tv Sabrina, Vita da Strega? Per molti il volto della bionda dovrebbe essere associato all’infanzia e a Salem, il gatto nero parlante. Ma è ora di dimenticare il suo vecchio ruolo ed imparare a conoscerla nei panni di Melissa “Mel” Burke, consigliere comunale della città di Toledo. La vita di Mel cambia radicalmente quando è chiamata a prendersi cura dei suoi nipoti adolescenti, Lennox e Ryder. La madre dei due, infatti, è stata arrestata a causa di una frode portata avanti dall’azienda del marito e padre dei ragazzi che è un fuggitivo.

Ma Mel, una ex-bad-girl che vuole dimostrare la sua maturità, capisce di aver bisogno di una mano: chi meglio di un… tato?

Ecco Joseph Joe P. Longo, interpretato da Joey Lawrence, che si calerà nei panni del tuttofare di Mel. L’ironia della sorte vuole che Joe sia anche un ex-impiegato dell’azienda del padre di Lennox e Ryder… e che questa coppia di attori sia già stata vista!

I protagonisti di Melissa&Joey, comedy simpatica, frizzante, nuova ed emozionante, hanno già lavorato insieme sul set del film “Il mio finto fidanzato”.

Credetemi: la collaborazione tra la Hart e Lawrence funziona davvero alla grande!

La serie si compone ad oggi da tre stagioni in italiano e una quarta ancora inedita nel nostro paese.

  1. Modern Family

Con questa serie non parliamo, in realtà, di un pesce piccolo in un mare di squali, ma di una comedy che ha conquistato gli Emmy Awards e dunque il cuore degli spettatori. Una cosa è certa: dovreste assaporarne almeno qualche episodio. E’ una dose di buonumore facilmente fruibile, in confezioni di venti minuti che volano via in un batter d’occhio.

Jay, Gloria, Claire, Phil, Mitchell, Cameron, Manny, Haley, Alex, Luke, Lily, persino Stella il cane: ognuno di questi personaggi ha qualcosa da raccontare ed è connesso con gli altri per mezzo di legami familiari più o meno convenzionali.

Modern Family è uno sguardo sull’eterogenea realtà della famiglia di oggi, in tutte le varie sfaccettature in cui essa si può presentare. Ma tutti i diversi generi di questa categoria sono accomunati da pasticci, problemi, idee strampalate, bisticci e affetto.

Spesso ma in modo leggero e non pretenzioso, Modern Family regala qualche spunto riflessivo che lo rende divertente in modo incisivo e a tratti commovente.

La serie è composta allo stato attuale da cinque stagioni, ma è stata rinnovata per una sesta.

  1. Cougar Town

Volto protagonista di questo show è Courteney Cox, ex-Monica Geller di Friends.

La Cox interpreta Jules Cobb, neodivorziata che vive a Gulfhaven soprannominata Cougar Town. Nonostante il fallimento del loro matrimonio, Jules e Bobby Cobb (Brian Van Holt) sono rimasti amici, in parte uniti da loro figlio adolescente: l’impacciato ma intelligente Travis (Dan Byrd). Le avventure cominciano quando Jules, agente immobiliare sempre piena di energia, decide di riscoprire se stessa e anche di rimettersi in gioco in campo sentimentale.

Ma a fare da fondamenta allo show è il gruppo di amici dediti al vino, agli scherzi e alle sfide, di cui Jules è contornata: Andy Torres, Ellie Torres, Grayson Ellis e Laurie Keller.

Se ve lo state chiedendo no, nessuno dei personaggi citati ha tutti gli ingranaggi al posto giusto. La parte divertente sta proprio in questo e nella naturalezza con cui tutti i protagonisti si espongono per ciò che sono, senza vergogna. Cougar Town trasmette un forte valore dell’amicizia e dà anche una bella dritta: divertitevi!

La serie è composta da cinque stagioni, di cui l’ultima ancora inedita in Italia ed è stata rinnovata per una sesta.

  1. New Girl

New Girl è uno dei prodotti televisivi più bizzarri degli ultimi anni. Il livello di stranezze e nonsense qui schizza alle stelle già dopo i primi cinque minuti del pilot. Al che, non se ne può più fare a meno.

Protagonista indiscussa è Zooey Deschanel che interpreta la stravagante Jessica Day, insegnante dalle mille idee, gli occhiali grandi e gli outfit colorati. Segni particolari? E’ incline ad inventare canzoni per qualsiasi occasione.

Nella sua avventura è accompagnata da una truppa molto variegata composta da Nick Miller, barista burbero e un po’ pigro ma buono, Winston Bishop, ex giocatore di basket sventurato, Cece, migliore amica di Jess nonché modella, Coach, un esigente personal trainer e infine lui. La star.

L’inimitabile Schmidt, interpretato da Max Greenfield. Si tratta di uno dei personaggi che il pubblico apprezza di più, in parte per la sua evidente personalità e in parte perché raggiunge un livello di velocità nel portare avanti i suoi discorsi insensati da stordire chiunque e renderlo beatamente intontito.

New Girl propone un’ironia e una simpatia diversa, pulita e diretta, che rende piacevole quanto sorprendete la visione dei suoi episodi. Sai che sarà divertente, ma non hai la più pallida idea di cosa ti aspetta.

La serie si compone di quattro stagioni, di cui l’ultima non ancora disponibile in italiano perché da poco iniziata negli USA.

  1. 2Broke Girls

Bassifondi di Brooklyn in quel di New York. Una tavola calda, Williamsburg Diner. Un personale non troppo convenzionale a gestirla. Un produttore a lavorare all’idea ed ecco la serie: 2Broke Girls.

Kat Dennings nei panni di Max Black e Beth Behrs come Caroline Channing. La prima è disillusa, cinica, spenta dalla piattezza della sua routine ma in possesso di una grande dote culinaria; la seconda è maldestra ma sveglia e, pur essendo accolta con un po’ di diffidenza, finirà per diventare una grande amica di Max.

Ma non finisce qui: Caroline è la figlia di un grande uomo d’affari finito in carcere per uno scandalo finanziario. Proviene da un mondo diverso, quello dell’alta società, che le ha garantito una grande istruzione. Da questa e dalle sue doti imprenditoriali nasce l’idea: aprire una pasticceria con Max, maga dei cupcakes.

L’unico intoppo è la mancanza di soldi, da racimolare attraverso le mance. Ruotano intorno a loro altri personaggi, che le aiutano o meno nel loro intento.

2Broke Girls è la storia credibile e sincera di un’insoddisfazione che smette di rimanere statica e porta le persone a rimboccarsi le maniche: la strada da percorrere è molta, ma la volontà di perseguire i proprio sogni è altrettanto forte.

Meglio ancora, poi, se lo si fa con il sorriso sulle labbra.

di Francesca Aliperta

25 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook