PS5 presentazione: i problemi di comunicazione

PS5 presentazione: i problemi di comunicazione

Dell’attesissimo PS5 Showcase del 16 settembre abbiamo ricevuto le conferme che tanto aspettavamo: la nuova console di Sony arriverà sul mercato il 19 novembre al prezzo di 499,99 per l’edizione classica, e 399,99 per la Digital Edition.

Una serata di notizie importanti e di nuovi grandissimi annunci, ma anche di tanta confusione dovuta a una comunicazione molto discutibile, ed è proprio ciò che andremo ad analizzare in questo articolo.

Demon’s Souls e gli errori nel trailer

Uno dei momenti più attesi della serata era quello del remake di Demon’s Souls, che stavolta si è mostrato con un video di gameplay, stupendo ancor più di quanto non abbia fatto con il trailer di annuncio. Il restyling di Bluepoint Games è tecnicamente meraviglioso: la componente poligonale, la fluidità delle animazioni, il dettaglio dell’assorbimento delle anime, il sangue che sgorga dalle ferite del demone Avanguardia… Se FromSoftware con i “Souls” ha imposto nuovi standard artistici e di narrativa, i ragazzi di Bluepoint Games potrebbero fargli scuola per quanto riguarda il comparto tecnico. 

Demon’s Souls sarà uno dei titoli di lancio di PS5, come si vociferava e sperava, per un inizio importante della nuova PlayStation, ma è qui che iniziano i problemi di comunicazione: durante la conferenza non è stata minimamente accennata alcuna data, la quale è stata confermata prima da Geoff Keighley su Twitter e poi dal PlayStation Blog

Tuttavia, al termine del trailer è apparsa la nota che parlava di esclusiva temporanea, e che il titolo sarebbe arrivato in seguito anche su PC e addirittura su altre console. Una notizia che avrebbe avuto del clamoroso, facendo pensare anche a una diversa politica da parte di Sony, ma è stata prontamente smentita dopo l’evento: Demon’s Souls sarà in esclusiva assoluta su PS5.  

demon's souls remake
Fonte immagine: screenshot canale YouTube di PlayStation

Un altro titolo ad aver subito i problemi di comunicazione di Sony è Marvel’s Spider-Man: Miles Morales. Anch’esso stavolta si è mostrato con un video di gameplay; anch’esso sarà un videogioco di lancio di PS5; anch’esso manteneva la dicitura “Holiday 2020”, nonostante la console arriverà sul mercato intorno alla metà di novembre. 

Ma la notizia bomba è che questa espansione stand-alone di Marvel’s Spider-Man: Miles Morales arriverà anche su PS4 al prezzo di € 59,99, e disporrà dell’upgrade gratuito per la next gen, mentre su PS5 avremo la Ultimate Edition contenente anche Marvel’s Spider-Man. 

Quello che ancora non ci è dato sapere è se anche il videogioco già presente su PS4 riceverà l’upgrade gratuito: una speranza che Sony farebbe bene a concretizzare, onde evitare una figuraccia (Espansione stand-alone con upgrade e “gioco base” senza, sul serio?) 

spider man miles morales
Fonte immagine: screenshot pagina Twitter di PlayStation

Non solo Marvel’s Spider-Man: Miles Morales, anche Horizon Forbidden West sarà un titolo cross-gen, una notizia clamorosa e incredibile. Difatti, Marvel’s Spider-Man: Miles Morales potrebbe essere l’equivalente di quello che è stato Uncharted: L’Eredità Perduta, ovvero un videogioco a se stante, con alcune interessanti novità nel gameplay, ma che fondamentalmente è un’espansione di Uncharted 4. 

Horizon Forbidden West è il sequel di Horizon Zero Dawn, è previsto per il 2021, ed è stato mostrato in un trailer in-engine. Se davvero dovessero confermare il cross-gen, dovremmo temere grossi tagli per una delle due versioni. 

PS5 – Data, prezzi, ma… la retrocompatibilità?

Adesso sappiamo davvero tutto quello che volevamo sapere su PS5, o forse no? Ci sarebbero un paio di argomenti su cui i giocatori continuano a far domande: la retrocompatibilità, e un eventuale servizio che possa competere con Xbox Game Pass.

Il secondo di questi due argomenti potrebbe, in realtà, essere stato annunciato proprio durante PS5 Showcase. Si tratta di PS Plus Collection, un’aggiunta all’abbonamento PS Plus, senza costi ulteriori, disponibile al lancio di PS5, il quale permetterà di scaricare gratuitamente numerosi titoli PS4, tra i quali Bloodborne, Uncharted 4, Persona 5, Days Gone, The Last of Us Remastered, ma anche multipiattaforma importanti quali Resident Evil VII, Fallout 4, ecc. 

Che sia questa la risposta di Sony a Xbox Game Pass? Purtroppo, anche in questo caso non ci è stato detto molto, e bisognerà vedere se in futuro verranno aggiunti anche titoli PS5, esattamente come avverrà per le esclusive Microsoft al lancio di Xbox Series X.

ps plus collection
Fonte immagine: screenshot pagina Twitter di PlayStation

La retrocompatibilità, invece, si può definire come un argomento sottinteso: è evidente la sua presenza, visto che si è parlato di upgrade gratuiti (anche se, ricordiamo, si tratta sempre di comunicazioni avvenute fuori dall’evento), ma ancora non è stato sciolto il nodo sulla retrocompatibilità totale o parziale. In molti potrebbero voler rivendere la loro PS4 per acquistare una PS5, ma potrebbero voler sapere prima se potranno giocare con i titoli acquistati negli anni sulla nuova console. 

Jim Ryan, CEO di Sony Interactive Entertainment, ha affermato in seguito che PS5 sarà retrocompatibile con il 99% dei giochi PS4, ma anche in questo caso resta un’informazione completa: in che modo potremo conoscere quali titoli PS4 potranno essere giocati anche su PS5?

PS5 e la pessima comunicazione 

Se da un lato PS5 Showcase è stato davvero entusiasmante, aprendo con l’annuncio di Final Fantasy XVI in esclusiva console PS5, chiudendo con il prossimo God of War in arrivo nel 2021, passando per Demon’s Souls, Spider-Man, Hogwarts Legacy, il nuovo trailer di Resident Evil VIII, e altro ancora, dall’altro lato ha lasciato molto a desiderare. 

Sony è passata da un estremo all’altro: dalla noiosa conferenza in cui Mark Cerny spiegava l’hardware di PS5, a presentazioni esplosive nelle quali ancora mancano informazioni a due mesi dal lancio della console. 

L’errore nel trailer di Demon’s Souls è assurdo, ma anche il fatto che ancora non sappiamo come sapere se un videogioco PS4 potrà girare o meno su PS5.

Infine, la notizia che Horizon Forbidden West sarà un titolo cross-gen sa tanto di politica del “non detto” di Microsoft: sapere che persino un videogioco del genere sarà cross-gen cambia pesantemente il confronto con la casa di Redmond. 

A questo punto, tanto vale aspettare direttamente l’arrivo del prodotto sul mercato per conoscere effettivamente come funziona, anche perché continuano ad arrivare notizie postume in queste ore successive a PS5 Showcase: persino questo articolo potrebbe non essere aggiornato. 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook