Pineto: suicidio sotto il treno

Pineto: suicidio sotto il treno

L’episodio si è consumato intorno alle 17,30 di ieri

Suicidio PinetoA.S., 28 anni, residente a Pineto in Borgo Santa Maria, si è gettato sotto al treno Intercity 614 Bari-Bologna, in prossimità della stazione ferroviaria di Pineto davanti agli occhi di alcuni testimoni impotenti a trarlo in salvo. Dopo essersi levato la camicia si è disteso sui binari attendendo l’arrivo del convoglio che lo ha travolto ed ucciso.

Il corpo, poi, è stato notato dal macchinista di un treno regionale che perveniva in direzione contraria obbligandolo a fermare il convoglio per la presenza dei resti sulla strada ferrata. A fronte di ciò si sono ferificati rallentamenti e ritardi per più di 60 minuti su tutta la tratta ferroviaria adriatica. Il treno Intercity si è dovuto fermare a Giulianova per per gli accertamenti del caso della polizia ferroviaria, la viabilità dei treni è proseguita a singhiozzo su un binario.

Il giovane stava già da tempo in cura psichiatrica per gravi crisi depressive e pare che avesse già manifestato in passato desideri anticonservativi. Dalla morte della madre avvenuta lo scorso anno aveva poi, subìto una profonda ricaduta depressiva che lo aveva reso incapace di proseguire il lavoro che svolgeva presso una ditta nella zona industriale di Atri.

In Borgo Santa Maria la tragica notizia si è sparsa velocemente, in quanto la famiglia dello sventurato è molto conosciuta. Nella giornata di oggi verranno fissati i funerali.

di Andrea Marasea

22 novembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook