Obbligo di catene a bordo e di subire nuovi aumenti

Veneto. Scatta l’obbligo di usare pneumatici da neve oppure di avere le catene a bordo dal 16 novembre fino al 15 aprile, per gli automobilisti che transitano in autostrada. Per chi non rispetta questa norma ed incappa in uno degli innumerevoli punti di controllo delle autorità dovrà subire una multa da 80 € a 300 €.
Gli automobilisti, per lo meno quelli intervistati da noi, le associazioni di categoria ed alcuni sindacati, si lamentano della velocità di applicazione della norma e della poca promozione della stessa, che secondo i guidatori per professione o per diletto, hanno portato ad una serie di multe inaspettate e colgono l’occasione per fornire un input alle autorità competenti, di usare le entrate extra derivanti dall’applicazione di questa norma, per il ripristino delle strade e di conseguenza una maggiore  sicurezza degli utenti e per evitare l’isolamento forzato di alcune frazioni o città, soprattutto di montagna, a causa di neve o altri agenti atmosferici.

Le indicazioni di una norma così severa e di sanzioni alte hanno spinto gli automobilisti ad affollare i negozi specializzati ed i centri commerciali per far incetta di catene da neve e di pneumatici termici. E puntualmente quando aumenta la richiesta di un prodotto una norma che obbliga all’acquisto i negozianti aguzzano l’ingegno ed applicano una sovrattassa del tutto personale, degli aumenti fino al 20% per i pneumatici e fino al 30% per le catene.
Il che in tempo di crisi, disoccupazione e tagli non è di certo poco per le tasche vuote e prosciugate degli automobilisti, che tra benzina in ascesa costante, assicurazioni inquietanti e fardelli vari, si ritrovano a dover pagare sempre di più per un mezzo di lavoro, diventato quasi indispensabile e che forse presto diventerà un accessorio di lusso, l’automobile.

di Ivan Figurino Gangitano

17 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook