Furti di carne nei supermercati… per fame!

Veneto. Alle porte del natale ed a pochi giorni dalla manovra Monti, sempre più persone, i cosiddetti nuovi poveri, hanno tante e tali difficoltà ad arrivare a fine mese che molto spesso sono costrette a compiere gesti inusuali ed inaspettati, con delle umiliazioni che nessuno mai dovrebbe sopportare.

Nello stesso giorno, in due diverse città venete, Piove di Sacco (Padova) e Treviso i carabinieri sono dovuti intervenire per il furto di alcune bistecche da pochi euro. Nel primo caso, in provincia di Padova, il protagonista è un 77 enne che a causa della iniqua pensione, non riesce neanche a fare la spesa, per questo suo malgrado un gesto inusuale per i tempi attuali, rubare per poter mangiare.
Questo suo tentativo però è stato subito scoperto dal personale del supermercato, al quale il pensionato ha cercato di spiegare la triste condizione che lo ha portato a compiere quel gesto, però le giustificazioni fornite non sono risultate sufficienti a convincere i responsabili del negozio, i quali hanno avvisato i carabinieri ed hanno denunciato il povero 77 enne.
Lo stesso identico episodio è successo a Treviso dove una donna, che vive o meglio sopravvive, lavorando quale donna delle pulizie con un compenso quasi irrisorio, pochi euro l’ora, ha subito la stessa umiliazione, essere scoperta durante un tentativo, al quanto maldestro, di portare a casa senza pagare pochi euro di carne. E’ riuscita però a portare a casa qualcosa, una denuncia penale…
Questi episodi evidenziano le difficoltà che molti nostri connazionali sono costretti a sopportare e mostrano anche una fotografia reale e triste di un atteggiamento di noncuranza degli altrui bisogni.

di Ivan Figurino Gangitano

11 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook