Padova, anziana muore e lascia tutta l’eredità alla badante

di Ivan Figurino Gangitano

Il Pm Chiede la riesumazione della salma

Una morte come tante altre per una 90enne di Monselice, ma la presenza di un testamento redatto pochi giorni prima della scomparsa, circonda di una alone misterioso questa vicenda e spinge il PM Sergio Dini a chiedere la riesumazione della salma della donna e l’autopsia.

La signora Antonietta Martinengo una 90enne benestante, era seguita da una badante di nazionalità rumena e sposata con un uomo italiano, è stata lei a scoprire il corpo della donna ormai privo di vita e da dare subito l’allarme.

L’anziana signora non ha altri parenti se non alcuni nipoti, i quali sono rimasti sconcertati dall’aver appreso dell’inserimento della badante nell’ultimo testamento, redatto pochi giorni prima del decesso.

Sono stati proprio questi ultimi a palesare dei sospetti in merito alla badante, pensando che lei avesse circuito la donna per farsi includere nel testamento e sospettando anche sulle effettive cause della morte, soprattutto considerando che l’anziana godeva di buona salute.

Spinti da questi dubbi i nipoti hanno presentato un esposto alla procura della Repubblica di Padova, chiedendo che venisse effettuata un autopsia sul corpo della donna, ed altresì delle indagini sul testamento e sull’intera vicenda, richiesta che è stata accolta dal Pm Dini, che ha aperto un fascicolo ed ha disposto la riesumazione della salma.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook