Gran Bretagna: Cameron boicotta la cerimonia del Premio Nobel

“Personalmente, non ci andrò… Ci sarà gente a sufficienza per ritirare il premio”. E con una punta di ironia e di sarcasmo che il Primo ministro Britannico, David Cameron, ha annunciato questo venerdì che non si recherà alla cerimonia di consegna del Premio Nobel per la pace all’Unione Europea. Il Presidente dell’UE, Hermann Von Puy, aveva infatti invitato i 27 dirigenti europei a recarsi ad Oslo il 10 dicembre per ricevere premio.

Questo premio Nobel “e un immenso onore per il nostro paese, le nostre istituzioni e per tutti i nostri cittadini”, ha affermato Hermann Von Puy, sul social network Twitter. “Per segnare questa occasione festiva, spero che tutti i capi di Stato e di governo europei potranno partecipare alla celebrazione”, ha successivamente aggiunto. 

 

David Cameron ha risposto al seguente invito alla sua maniera, venerdì. “Preferirei che dei scolareschi dei 27 paesi dell’UE andassero al posto nostro”. Il capo di governo britannico riprende dunque un idea già avanzata dal commissario europeo svedese, Cecilia Malmstrom.   

Se il Primo ministro ha ammesso che l’UE ha operato per preservare la pace, ha tenuto ad aggiungere che la NATO ha giocato lo stesso ruolo. David Cameron ha lo stesso approvato il testo adottato all’unanimità da i capi di Stato e di governo dell’UE affermando che “E un onore per tutti i cittadini europei, per tutti gli Stati membri dell’UE e per le istituzioni”. In queste dichiarazioni, i dirigenti europei stimano che il Nobel costituisce “un appello forte per preservare e rinforzare l’Europa per la prossima generazione”. 

Il rifiuto di David Cameron di partecipare alla cerimonia di consegna avviene nel momento in cui si dichiara pronto a dare il proprio voto al progetto budget pluriennale 2014-2020 dell’Unione europea.

Manuel Giannantonio

20 ottobre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook