Terremoto in Trentino: Danni alla chiesa di Avio

La terra trema e la gente si sveglia: numerose le chiamate ai vigili del fuoco per il terremonto che ha coinvolto i cittadini residenti nelle province di Trento e Verona, e che ha fatto tremare la terra sabato mattina alle ore 06:13 con una magnitudo 4.2, come registra l’INGV (Istituto nazionaledi geofisica e vulcanologia), con epicentro nei comuni di avio e Borghetto.
Sentito nettamente dalla popolazione a cavallo tra le due provincie, è stato un sisma che non ha lasciato danni gravi, ad eccezione degli stucchi della chiesa di Avio, ora inagibile, e alcune piccole crepe sui muri di alcune case.
Grande invece la paura della popolazione, nonostante il territorio sia sicuro da un punto di vista sismico.
Secondo quanto riportato dall’IESN, “L’analisi del meccanismo focale dell’evento indica la presenza di una faglia inversa compressiva (thrust) con andamento ovest/est (con leggero inclinamento a nordest) a basso angolo di immersione, attribuibile al sistema tettonico del Monte Baldo”.

Il Trentino meridionale e l’Alto Garda sono a rischio sismico a causa delle faglie trascorrenti una decina di km sotto il suolo.
In ogni caso i geologi dicono che nel territorio il rischio sismico è basso, perchè in Trentino si fa prevenzione sismica ben prima degli obblighi di legge del 2003.

 

di Valentina Musmeci

 

1 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook