A te e famiglia: quando la famiglia assoggetta l’esistenza dei propri figli

A te e famiglia: quando la famiglia assoggetta l’esistenza dei propri figli

A te e famiglia racconta di come un laboratorio teatrale in carcere si possa trasformare per figli di mafiosi in una "infiltrazione culturale” intesa come deviazione alla predestinazione famigliare che li vorrebbe mafiosi inseriti nel solco genitoriale. E di come invece, possa anche fallire. Perchè vittime, possono essere anche i figli di ricchi mafiosi, obbligati a perpetrare il nome e le azioni dei padri.
foto-articolo
Teatro - 15 Giugno 2022

di Raffaella Roversi

Condividi: