Il Napoli si riscatta battendo 3-1 il Milan

Il Napoli si riscatta battendo 3-1 il Milan

higuain-el-pipita-napoli-milanUn Napoli in ripresa, che vince e convince, torna a raccogliere i tre punti dopo due pareggi e la brutale sconfitta di Bergamo. Decisive le due reti di Higuain e quella di Inler, che rispondono al vantaggio rossonero di Taraabt.

Benitez lascia a riposo Callejon, con Insigne titolare; a centrocampo si affida alla coppia Inler-Jorginho, mentre in difesa a sinistra c’è la novità Ghoulam, al posto dell’infortunato Reveillere. Seedorf, invece, deve rinunciare a Honda per gastroenterite e alza sulla mediana Antonini; Kakà, non al meglio, parte dalla panchina; spazio dal 1’ per i neo acquisti Taraabt ed Essien.

Primo tempo spettacolare, che già al ‘7 vede il vantaggio milanista: Taraabt con una grande azione personale, si invola palla al piede per trenta metri e dal limite, con un tiro a giro, la mette all’angolino. La replica partenopea arriva dopo soli quattro minuti, con un tiro da fuori di Inler, che beffa Abbiati, spiazzato dalla deviazione di De Jong. Dopo le due reti comincia l’assedio del Napoli, che spinge in maniera insistente per tutto il primo tempo, con diversi tiri da parte di Mertens e Insigne. Al 27’ viene anche annullato un gol ad Higuain, che era effettivamente oltre la linea dei difensori. Nonostante il pressing dei padroni di casa, i rossoneri resistono ed il primo tempo si chiude in parità.

Il secondo tempo, se pur con ritmi meno alti, riprende con il Napoli ancora protagonista; gli uomini di Benitez continuano a creare e al 56’ si portano in vantaggio: lancio dalla trequarti di Inler, che pesca in area Higuain, il Pipita si smarca da Mexes e, con una spizzata di testa, mette la palla all’angolo basso alla sinistra di Abbiati. Il Milan risponde al 70’ con un gran numero sulla sinistra di Taraabt, che ne salta due e va alla conclusione: sul tiro forte respinto da Reina, si avventa Balotelli, che manca il pallone. All’82 arriva il terzo gol del Napoli: Hamsik dal limite dell’area apre un corridoio sulla destra per Callejon, lo spagnolo crossa basso e trova il tocco vincente di Gonzalo Higuain. Finisce 3-1 per i padroni di casa.

Anche se il test non è dei più attendibili, il Napoli ha mostrato una prestazione convincente, con un bel fraseggio alto a centrocampo: in fase offensiva i giocatori si sono cercati molto, senza isolarsi individualmente. Ottimo gioco corale, e una prestazione all’altezza per tutti, anche se hanno spiccato le individualità di Higuain, autore di una doppietta e di Inler, con un gol e un assist; bene anche Ghoulam, che sembra essersi inserito bene in squadra e che può essere molto utile sulla fascia sinistra.

Il Milan, invece, è a tutti gli effetti un cantiere aperto: i rossoneri sono apparsi poco tonici e sfaldati in mezzo al campo, area in cui il Napoli ha fatto la differenza. Gli uomini di Seedorf devono ancora registrare un gioco adeguato, che vada al di là dei singoli episodi, come il gol di Taraabt. C’è tanto da lavorare, quindi, anche se in squadra non mancano i nomi importanti.

TABELLINO
NAPOLI (4-2-3-1):
 Reina; Maggio, Albiol, Fernandez, Ghoulam; Inler (44′ st Dzemaili), Jorginho; Insigne (33′ st Callejon), Hamsik (38′ st Behrami), Mertens; Higuain. A disp.: Rafael, Colombo, Britos, Uvini, Henrique, Radosevic, Bariti, Pandev, Zapata. All.: Benitez.
MILAN (4-2-3-1): Abbiati; De Sciglio, Rami, Mexes, Emanuelson (25′ st Montolivo); De Jong, Essien; Abate, Taarabt, Robinho (1′ st Kakà); Balotelli (28′ st Pazzini). A disp.: Gabriel, Zaccardo, Silvestre, Constant, Muntari, Poli, Saponara, Petagna. All.: Seedorf.
Arbitro: Massa
Marcatori: 7′ Taarabt (M), 11′ Inler (N), 11′ st Higuain (N), 37′ st Higuain (N)
Ammoniti: Inler, Jorginho, Callejon (N); Abbiati, Taarabt (M)
Espulsi: nessuno

di Sacha Iafisco
9 Febbraio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook