Lewis Hamilton positivo al Covid-19, domenica al suo posto George Russell. Aitken in Williams

Lewis Hamilton positivo al Covid-19, domenica al suo posto George Russell. Aitken in Williams
Immagine tratta da f1grandprix.motorionline.it

La notizia è una di quelle che lasciano il segno. Lewis Hamilton è risultato positivo al Covid-19 il lunedì subito dopo la vittoria di domenica scorsa in Bahrein, manifestando sintomi di lieve entità. Il pilota inglese si è subito messo in isolamento per dieci giorni e dovrà obbligatoriamente saltare la trasferta di domenica prossima sempre in Bahrein. Probabilmente dovrebbe riuscire a tornare in pista per la gara conclusiva ad Abu Dhabi del prossimo 13 dicembre. Hamilton ha così dichiarato dal suo profilo Instagram @lewishamilton e ha esortato chiunque risulti positivo come nel suo caso, a prendere tutte le precauzioni possibili e a proteggere gli altri: “Ciao ragazzi, sono così dispiaciuto di non poter correre questo weekend. Da quando abbiamo iniziato la stagione, io e il mio team abbiamo preso tutte le precauzioni possibili e seguito tutte le regole ovunque siamo stati per restare al sicuro. Sfortunatamente, dopo tre tamponi negativi, questa mattina mi sono svegliato con lievi sintomi e ho richiesto un altro test che è risultato positivo. Mi sono messo immediatamente in isolamento per dieci giorni. Mi dispiace molto non poter gareggiare ma la mia priorità è seguire tutti i protocolli e i consigli per proteggere gli altri. Sono davvero fortunato perché sto bene, solo con qualche lieve sintomo e farò del mio meglio per mettermi in salute. Per favore, riguardatevi, non si può mai essere troppo attenti. Sono momenti difficili e dobbiamo fare tutto il necessario per mettere al sicuro noi e gli altri. Pensate positivo”.

Il sette volte Campione del Mondo non è il primo pilota di Formula 1 a risultare positivo. Già in estate era stato il turno di Sergio Perez (qui), il quale fu costretto a saltare la doppia trasferta in Gran Bretagna a Silverstone, saltando dunque due gare e venendo sostituito da Nico Hulkenberg. La Mercedes si è vista costretta quindi a trovare un sostituto per la prossima gara. La scelta è caduta su George Russell, ventiduenne britannico al momento in forza alla Williams ma da anni gravitante nell’orbita Mercedes, per la precisione dal 2017, anno in cui ha iniziato a far parte del programma junior della casa tedesca per giovani piloti. Una fiducia ben riposta dato che George ha conquistato in quello stesso anno il titolo di Campione del Mondo in GP3 con il team ART e l’anno successivo il titolo di Campione del Mondo di Formula 2 con la medesima squadra. Il team Mercedes ha di conseguenza ritenuto corretto dare una possibilità al giovane pilota, avendo in precedenza utilizzato i suoi buoni uffici per farlo debuttare con lo storico team britannico all’inizio del 2019. Russell avrà dunque una occasione irripetibile per mostrare le sue qualità al volante della vettura più forte in griglia. Qualità che sono già in parte venute fuori nelle due ultime stagioni in Williams, attualmente la peggiore vettura del lotto e ultima in classifica, dove è sempre stato davanti ai vari compagni di squadra e dove in rare occasioni è riuscito anche a terminare qualche gara davanti alla Ferrari di Sebastian Vettel. Il nuovo pilota Mercedes ha quindi voluto ringraziare la storica scuderia di Frank Williams per la possibilità offertagli di debuttare in Formula 1 e ringraziando per l’esperienza acquisita: “In primo luogo, voglio dire un enorme ringraziamento a tutti alla Williams per avermi dato questa opportunità. Questo fine settimana indosserò una tuta da gara diversa, ma sono un pilota della Williams e tifo il mio team in ogni fase del percorso. Lo vedo come una grande opportunità per imparare dal miglior team in griglia in questo momento e per tornare come un pilota migliorato, con ancora più energia ed esperienza per aiutare Williams e spingere il team più in alto nella griglia.”

Ma chi prenderà il suo posto in Williams nell’appuntamento di domenica prossima? La scelta è caduta su un altro britannico, Jack Aitken, venticinquenne di madre sudcoreana e padre britannico, attualmente pilota di riserva della squadra. Aitken ha conquistato del 2015 il titolo nell’Eurocup Formula Renault 2.0 e nel 2017 si è classificato al secondo posto nel campionato GP3, ironia della sorte, dietro al campione George Russell.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook