Saghe del cuore #1 – Resistance

Saghe del cuore #1 – Resistance

Premessa

I videogiochi ci fanno vivere esperienze e creano sentimenti da parte dell’utente verso alcune serie, ogni persona crea una propria strada verso la cultura personale del videogioco. Quando ci viene chiesto: “Perchè giochi?” Pensiamo sempre al fattore divertimento e passione che acquisiamo da questo Hobby. Ma non è solo divertimento e passione, ma è anche esperienza e amore perchè il videogioco non crea solo divertimento ma da emozioni. Tutto questo per poi dirvi che voglio e vogliamo occuparci delle serie che ci hanno emozionato e divertito di più nella nostra cultura videoludica personale.

Resistance Fall Of Man

Il primo capitolo uscì grazie alle console della settima generazione e solamente su Ps3 come esclusiva. Fu prodotto da Insomniac Games. La storia si sviluppa in una linea temporale alternativa: i chimera (Potenti mostri) stanno provando a dominare il mondo con la loro tecnologia e le loro armi.

Noi siamo Nathan Hale e la nostra missione sarà di liberare la terra dai chimera. Il titolo è uno sparatutto in prima persona e le meccaniche di combattimento sono abbastanza semplice e intuitive: dovrai sparare e nasconderti.

Il gioco offre la possibilità di giocare in Coop Split-Screen quindi davvero tanta roba! Grazie a questa funzione il divertimento viene raddoppiato (Mi ricordo ancora quando ci feci giocare mia mamma e se ne innamorò).

L’arsenale di armi non è molto ampio, ma è fatto molto bene, ogni arma ha il suo fascino e da usare sono fantastiche. I Chimera sono veramente tanti e di diverso genere e tutte le specie si comportano in modo diverso, per esempio gli Assalitori ti vengono addosso mentre gli Ibridi stanno sotto copertura.

Durante il gioco potrai anche prendere controllo di due veicoli. I doppiaggi sono fatti veramente bene e soprattutto sono anche in italiano, un’aggiunta veramente buona per chi non è pratico della lingua inglese.

In Fall Of Man abbiamo anche un Multiplayer online in cui ci sono circa 6 modalità e si può anche formare un Clan (Cosa veramente utile se si ha un gruppo di amici con cui giocare la sera).

Su Metacritic è stato anche premiato come gioco dell’anno 2006 e ha ricevuto un voto medio di 86 dalla stampa.

Resistance 2

Dopo due anni Insomniac ci riprova con il sequel di Fall Of Man. I Chimera hanno invaso le coste degli Stati Uniti e Nathan sta combattendo contro il Virus che ha dentro (è rimasto infettato in Fall Of Man).

Il gioco rende partecipe il giocatore di una storia senza pari, con continui colpi di scena e con il finale da brividi che personalmente mi è rimasto impresso nella mente, chiunque l’abbia finito sa cosa intendo.

Il Gameplay bene o male è sempre lo stesso con l’aggiunta di molte armi nuove che non erano presenti nel precedente capitolo. Il Multiplayer è stato rinnovato in moltissime cose con l’aggiunta di classi e un portale per tenere le statistiche in Game.

La cosa curiosa che ho scoperto da poco è che in America è uscita una versione con due campagne, quella classica e quella in cui puoi giocare online con amici o in Cooperativa e seguire la storia dei gregari di Nathan Hale, veramente un’ottima cosa per chi ama giocare in compagnia.

Su Metacritic ha ricevuto 87 dalla critica, voto più alto rispetto a Fall Of Man, ma non ha ricevuto premi anche perchè in quell’anno sono usciti molti più giochi e la settima generazione era nella fase Oro del suo ciclo.

Resistance Retribution

Sviluppato da Sony Bend e solamente per Psp ed è uno Spin-Off. Due mesi prima della sconfitta dei Chimera in Gran Bretagna, Grayson trova suo fratello Johnny che nel frattempo si è trasformato parzialmente in un chimera.

Johnny segue il regolamento e lo uccide, questo gli provoca un esaurimento nervoso che lo porta a volere una vendetta personale, quindi distrugge ogni centro di conversione che trova sulla sua strada e viene catturato dagli inglesi per diserzione. Questo è solamente l’inizio della trama.

Rispetto ai capitoli principali questo è uno sparatutto in terza persona. C’è anche una piccola modalità online che conta fino a otto giocatori e conta 4 modalità.

Su Metacritic ha una media di 81 ed è stato uno dei giochi più importanti usciti su Psp come esclusiva.

Resistance 3

Dopo 3 anni dal secondo capitolo, Insomniac ritorna alla ribalta con Resistance 3 che punta a chiudere la trilogia in bellezza, con un nuovo protagonista. In seguito alla fine del secondo capitolo, Malikov riesce a trovare la cura per l’infezione dei chimera e Capelli (Il nuovo protagonista) viene allontanato da tutto e da tutti per il gesto fatto alla fine del precedente episodio.

Capelli si ritrova a vagare da solo in un piccolo paesino, fortunatamente trova la gioia di amare una ragazza con cui si sposa e fa un figlio. Ma Malikov torna e chiede a Capelli di fare un viaggio che sarà pieno di difficoltà che potrebbe cambiare l’esito finale del conflitto.

Il gioco mantiene lo stesso Gameplay dei precedenti seppur sia migliorato sotto tutti gli aspetti, torna anche la possibilità di tenere in mano due armi, cosa che nel 2 era assente.

Le 2 armi si possono anche miscelare il che rende vario il tutto.

Insomniac Games credeva nelle nuove tecnologie come il 3D e il Playstation Move, rendendo il tutto compatibile. Come negli altri capitoli è presente l’Online con diverse aggiunte interessanti, come la personalizzazione del personaggio e i punti abilità per potenziare il personaggio.

Su Metacritic ha ricevuto una media di 83, per la saga principale è lo stato il risultato più basso e infatti in molti non lo hanno amato come i precedenti capitoli, anche per il cambiamento del personaggio principale.

Resistance Burning Skies

Nihilistic Software prova a fare uno Spin-Off di Resistance, ma con risultati non convincenti. Il gioco esce su Playstation Vita come esclusiva e mantiene la prima persona. Noi siamo Tom Riley, un vigile del fuoco che proverà a difendere la propria città dai Chimera, una cosa che mi è piaciuta molto è stata la possibilità di usare l’ascia.

Il Gameplay è intuitivo con sezioni in cui dovrai usare anche il Touch Screen e ovviamente dovrai nasconderti e sparare ai nemici. È presente anche una modalità Online abbastanza scarna con un sistema di Spawning fatto abbastanza male e con mappe molto piccole.

Su Metacritic ha ricevuto una valutazione di 60, molto bassa per un esclusiva.

Il futuro della serie per me

C’erano voci che giravano in cui si diceva che sarebbe stato annunciato un nuovo capitolo di Resistance, ma così non è andata. Da grande fan che sono vorrei tanto un nuovo gioco su questo Franchise, ma che qualitativamente parlando superi ogni aspettativa, con l’aggiunta di diverse armi e con nuovi mostri e ambientazioni molto più oscure. Questa serie può dare ancora tanto.

Pareri personali e della critica

Non sempre ci si trova d’accordo con la critica, anzi, di solito io vado quasi sempre in controtendenza, ma stavolta mi trovo in sintonia. Resistance 2 è stato il picco più alto mai raggiunto dalla serie e anche ultimo gioco dove ci troviamo Nathan Hale. Purtroppo il 3 ha subìto il non essere carismatico come Hale da parte di Capelli.

Di sicuro una serie da non sottovalutare e da prendere al volo, anche perchè ormai si trova a prezzi bassi.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook