PS Plus maggio 2020 – Cities: Skylines e Farming Simulator non sono abbastanza

PS Plus maggio 2020 – Cities: Skylines e Farming Simulator non sono abbastanza

In questi primi mesi del 2020 si è spesso sottolineato come Sony sembri intenzionata a offrire almeno un titolo Tripla A nei giochi mensili del PS Plus, in questo anno che terminerà con l’arrivo di PS5. Ebbene, il mese di maggio sembrerebbe voler smentire questa ipotesi.

Difatti, dopo BioShock: The Collection, Shadow of the Colossus, e l’intera saga di Uncharted, questo mese tocca a Cities: Skylines e Farming Simulator 19.

Farming Simulator 19 – L’agricoltura direttamente da casa

Farming Simulator 19 è la penultima edizione di una serie videoludica sviluppata da Giant Software e prodotta da Focus Home Interactive (lo stesso publisher di Call of Cthulhu). Ebbene sì, questa serie, iniziata nel 2008, vanta ben dodici titoli, distribuiti annualmente su PC, su tutte le console, e su dispositivi mobile.

Come suggerisce il nome, si tratta di un videogioco gestionale che simula l’agricoltura e l’allevamento da svolgere in diverse mappe, con possibilità di ampliare la propria attività tramite i guadagni dalla vendita dei beni prodotti. L’elemento più interessante sono sicuramente i mezzi agricoli: oltre trecento tipi diversi in questo Farming Simulator 19, riprodotti fedelmente rispetto alle controparti reali.

farming simulator
Fonte immagine: IGDB

E’ tipico fare ironia su Farming Simulator, ma parliamo di un videogioco gestionale davvero ben realizzato e migliorato di anno in anno. In questo mese è scaricabile gratuitamente per gli abbonati a PS Plus, ma parliamo di una serie videoludica che ha venduto oltre quattro milioni di copie. L’idea di prendere un pad in mano per mettersi ad arare i campi non è proprio la prima cosa che salta in mente quando si pensa ai videogiochi, ma l’intrattenimento videoludico è anche questo. Dopotutto, quanti ce ne sono di titoli del genere giocati su dispositivi mobile? Non dovrebbe essere così strano vederlo su PS4, ricordando che anche i gestionali sono nati prima su PC e console.

Cities: Skylines – Sareste capaci di fare il sindaco?

Dalla campagna alla città, ma non cambia il genere videoludico. Sony in questo mese di maggio mette a disposizione il download gratuito di ben due videogiochi gestionali.

Se Farming Simulator 19 è un ottimo simulatore di un’attività agraria, Cities: Skylines permette di controllare la gestione di un’intera città, dagli edifici, passando per i trasporti, fino alle attività degli abitanti. E’ possibile fare davvero qualsiasi cosa nella vostra città, ma la sua gestione è così profonda che potrebbe mettere a dura prova il primo cittadino con il pad in mano, tra gestione delle tasse, spesa pubblica, domanda e offerta, ecc.

Forse l’idea di poter gestire in maniera così precisa un’intera città potrebbe essere più allettante dell’attività proposta in Farming Simulator 19, e anche in questo caso parliamo di un videogioco supportato dal 2015 che è andato sempre più migliorando, andando ad aggiungere anche ben dieci DLC sviluppati fino ad ora, i quali forniscono nuovi tipi di edifici e di situazioni ambientali per la propria città.

cities skylines
Fonte immagine: IGDB

Farming Simulator 19 e Cities: Skylines sono indubbiamente dei prodotti di nicchia, ma non per questo poco meritevoli. Le due opere di Giant Software e Colossal Order riescono benissimo nell’intento che si erano proposte, migliorando di anno in anno l’esperienza di gioco. Non stiamo parlando di un Goat Simulator, nato come uno scherzo e divenuto in seguito apprezzatissimo, ma di due videogiochi dedicati a un determinato pubblico, e questa potrebbe anche essere l’occasione per provare a capire il genere videoludico a cui appartengono.

Tuttavia è innegabile che inserire nell’offerta PS Plus di maggio entrambi questi titoli potrebbe sembrare eccessivo, proprio perché parliamo di due prodotti di nicchia. E’ vero che Sony nei mesi scorsi ha messo a disposizioni offerte molto interessanti, anche slegate dal proprio servizio online, ma in questo modo risulta difficile convincere un utente ad abbonarsi a PS Plus per questo mese.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook