Itaca Per Sempre, Ulisse non è Ulisse

Itaca Per Sempre, Ulisse non è Ulisse

Dal 29 Gennaio al 3 Febbraio 2020 al Teatro I di Milano, Woody Neri e Maura Pettorruso sono Ulisse e Penelope in Itaca Per Sempre,  riscrittura da parte di Malerba dell’ultima parte dell’Odissea, il ritorno di Ulisse ad Itaca.

La drammaturgia è di Maria Teresa Berardelli. Andrea Baracco firma la regia di questo spettacolo introspettivo che dà voce a Penelope, interrogandosi sul problema dell’identificazione identitaria che muta col passare del tempo.

In scena Ulisse, vestito con pantaloni e soprabito di pelle, è un uomo contemporaneo. È appena sbarcato su Itaca. La scena è scura, ingombrata da tanti piccoli acquari per pesci. Sono pieni d’acqua, ed ognuno contiene uno o più oggetti, frammenti di una memoria che adesso sembra scolorirsi sempre di più. Quel viaggio in mare durato dieci anni, ricco di avventure anche amorose, sembra cancellarsi piano. L’acqua pare infatti diluire tutto, anche la sua coscienza.

Perchè ha vissuto tanto tempo con l’aspettativa chiara e precisa del suo ritorno, ed ora rivuole il possesso e l’accettazione incondizionata di tutti gli abitanti, per prima di Penelope. É un eroe (in una società maschilista) e esige di essere trattato cosi.

Ma anche Penelope ha aspettato per tutto quel tempo il ritorno del suo uomo. L’attesa le ha consentito di sfidare i Proci, procrastinando la data di eventuali nuove nozze; ma quanto tempo perso, senza una gioia, un’emozione, solo consumata dall’attesa! Ha aspettato il suo uomo, ma ora torna un guerriero, un eroe tracotante, geloso, diffidente.

Lei sa bene che la guerra non è eroismo, ma esaltazione della violenza, crudeltà e l’eroe è il più crudele. Per questo ora fatica a riconoscere quell’uomo cambiato, coperto di stracci, che impone solo di essere accettato.

Conosce inoltre le peripezie amorose del marito e ha capito lo spirito vagabondo che alberga in lui. “Né dolcezza di figlio, né la pietà del vecchio padre, né lo debito amore lo qual dovea Penelopé far lieta, vincer potero dentro a me l’ardore ch’io ebbi a divenir del mondo esperto e de li vizi umani e del valore”, scrive Dante di lui. Si sente ferita, offesa, anche perchè Ulisse si è palesato al figlio, al padre, al vecchio servitore, ma non a lei.

Il suo amore si è trasformato in rancore.

L’incontro atteso, diventa quindi scontro. Il riconoscimento, disconoscimento. Penelope, pur riconoscendo Ulisse finge che non sia lui. Ulisse non è più Ulisse, l’eroe; e il grande principe, l’astuto, il forte, vacilla, accecato dalla gelosia e dall’orgoglio, mentre la sua identità si frantuma. Ferito e incapace di provare sentimenti ma solo istinti, corre al mare, preferendo l’insicurezza dei flutti a quella identitaria.

Lo spettacolo, come il mito, li vuole infine di nuovo uniti.

Itaca Per Sempre, procede su due piani: i dialoghi reali tra i due personaggi, carichi di accuse sottili, e le parole, i pensieri che nessuno dei due ha il coraggio di dire a voce, perchè fanno luce sulle loro debolezze. L’invisibilità consente cosi di vedere meglio dentro di loro. Molto convincenti Woody Neri e Maura Pettorruso.

Teatro i

Via Gaudenzio Ferrari 11, Milano

02 8323156

www.teatroi.org

Orari spettacolo

lunedì, giovedì, venerdì, 21

martedì, riposo

mercoledì e sabato, 19:30

domenica, 17

Prezzo biglietto 18/7 euro

Dal 29 Gennaio al 3 Febbraio 2020

Itaca Per Sempre

di Luigi Malerba

drammaturgia Maria Teresa Berardelli

con Woody Neri e Maura Pettorruso

scenografia Luca Brinchi e Daniele Spanò

costumi Marta Genovese

disegno luci Javier Delle Monache

musiche originali Giacomo Vezzani

tattoo designer The Flea Tattoo tecnica Claudio Zanna

organizzazione Daniele Filosi

regia Andrea Baracco

produzione TrentoSpettacoli con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, Provincia Autonoma di Trento, Regione Autonoma Trentino-Alto Adige, Comune di Trento Teatro Comunale di Pergine Valsugana, Spazio Off Trento

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook