Teramo: sosta ai residenti del centro, parte la fase sperimentale dei divieti

Preso in esame il quartiere di Santa Maria a Bitetto

Di seguito riportiamo tutte le vie che dal 6 febbraio 2012 al 28 aprile saranno interessate dal divieto di sosta per i giorni feriali e festivi, fatta eccezione alle automobili di proprietà di residenti o dimoranti autorizzati con apposito talloncino esposto sul parabrezza.

Un apposita ordinanza comunale ad hoc precisa:
“La sosta sarà consentita solo ai veicoli appartenenti a residenti/dimoranti autorizzati e muniti di speciale contrassegno che dovrà essere esposto in maniera ben visibile sul parabrezza. L’autorizzazione potrà essere rilasciata, unica per veicolo, a ciascun residente/dimorante che dimostri la regolare proprietà del mezzo e che risieda nelle seguenti vie:
via F. Savini; piazza G. Verdi;
via L. Paris; via V. Irelli (civici dispari dal n. 11 al n. 59);
via San Giuseppe (civici dispari dal n. 1 al n. 17);
largo della Palestra (civici dal n. 1 al n. 5);
circonvallazione Spalato (civici dispari dal n. 13 al n. 51);
piazza del Carmine (civici dal n. 11 al n. 28);
via Argentina (civici pari dal n. 12 al n. 46 e civici dispari dal n. 15 al n. 29);
via Sant’Antonio (civici dispari dal n. 15 al n. 35);
via Cameli;
vico del Riccio;
via Muzi (civici pari dal n. 26 al n. 48);
via della Pinacoteca; l
argo Anfiteatro (civici dal n. 14/a al n. 18);
vico del Ragno;
vico della Luna;
via delle Cererie;
vico del Sacco;
vico del Cigno;
via Stazio;
vico del Sole;
vico del Pensiero;
vico del Carro.
I contrassegni saranno validi per la sosta all’interno della zona di riferimento”.
I cittadini residenti nella zona interessata dal divieto dovranno attenersi a quanto indicato nella nota informativa del Comune di Teramo che precisa:
“Le informazioni e la modulistica sono forniti dagli Uffici del Settore V – Sezione 5.2 Mobilità Urbana e Trasporti Pubblici del Comune di Teramo o dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico.
Lungo le vie succitate la sosta sarà consentita senza l’obbligatoria esposizione del contrassegno ai veicoli di soccorso e di pronto intervento, ai veicoli delle forze dell’ordine e ai taxi; ai veicoli al servizio di persone con limitata o impedita capacità motoria, munite di apposito “contrassegno invalidi”, negli appositi stalli per la sosta; ai veicoli e alle macchine operatrici degli enti erogatori di servizi pubblici (ENEL, TELECOM, POSTE, etc.) e ai veicoli degli istituti di vigilanza privata. Sempre dal 6 febbraio prossimo sarà invertito il senso unico di marcia dei veicoli in via Ciotti (e, quindi, ora da via V. Irelli verso via Vittorio Veneto), in via della Montagnola (e, quindi, ora da via Ciotti verso via V. Irelli) e in via Saliceti (e, quindi, ora da largo Melatini verso circonvallazione Ragusa)”.

Andrea Marasea

25 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook