Terremoto: riduzione del 40% del bollo auto per i comuni del cratere

I pagamenti sospesi dovranno essere effettuati in 120 rate

In riferimento alle tasse automobilistiche che hanno avuto la sospensione dei pagamenti nei Comuni del denominato “cratere” per il sisma del 6 aprile 2009, l’Assessore Regionale al Bilancio Carlo Masci, dichiara agli organi di stampa:
“l’ammontare dovuto per ciascuna annualità’ oggetto della sospensione, al netto dei versamenti eventualmente già’ eseguiti, e’ ridotto al 40 per cento.

Un abbattimento dei costi pari al 60 per cento, previsto dallo Stato nella legge di Stabilita’ 2012 detta anche legge Finanziaria”.
Quindi si precisa che:
i pagamenti delle tasse automobilistiche regionali sospesi per le persone fisiche e per i soggetti diversi dalle persone fisiche aventi, alla data del 6 aprile 2009, domicilio fiscale nei comuni del cosiddetto “cratere”, individuati dai decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3 del 16 aprile 2009 e n. 11 del 17 luglio 2009, dovranno essere effettuati, a decorrere dal mese di gennaio 2012, in un numero di rate, di uguale importo, non superiore a centoventi.
I pagamenti si devono effettuare sul conto corrente postale n.1677 intestato a:
 “Regione Abruzzo – Tasse Automobilistiche”
 bisogna anche indicare nella causale la targa del veicolo, il numero progressivo delle rate, e l’anno di riferimento, così come stabilito dalla circolare dell’Agenzia delle Entrate 44/E del 13 agosto 2010.

Loris Tarli

19 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook