Teramo: dirigente medico della ASL si getta dalla finestra del proprio ufficio

Da tempo i colleghi lo vedevano depresso

È accaduto nel tardo pomeriggio di ieri : ha lasciato i suoi orologi sulla scrivania e si è lasciato cadere nel vuoto lanciandosi dalla finestra del proprio ufficio ubicato nella sede amministrativa di Teramo in circonvallazione Ragusa.
Claudio Rastelli, 59 anni era il responsabile degli ambulatori del Distretto Sanitario centrale della Asl di Teramo.

Il dott. Petrella collega di Rastelli, lo ricorda come una persona squisita dichiarando agli organi di stampa:
 “Uno dei primi medici condotti di Teramo, spesso mi consolava per le mie recenti vicende con la dirigenza dell’ASL, ultimamente era un po’ depresso ma lucido, è vero,  la vista era per lui un problema e poi tutte le persone che hanno cuore e intelligenza e che soffrono, sono a rischio di forti  depressioni”.
Non vedendolo rincasare per la solita ora la moglie ha provato a chiamarlo in ufficio; non ricevendo nessuna risposta ha chiamato così un interno vicino chiedendo al collega di provare a vedere se si fosse attardato in ufficio.
Il dipendente cercandolo nel suo ufficio non ha potuto fare niente altro che accorgersi inorridito dell’accaduto ed avvisare le autorità competenti.

di Andrea Marasea

14 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook