Pluralismo diritti sociali, partecipazione consapevole e attiva dei cittadini: principi fondamentali dell’Associazione DEMOS

di Andrea Marasea

Il prof. Carlo Di Marco, docente presso l’Università degli Studi di Teramo, si è fatto promotore della nascita di una nuova Associazione che tuteli i cittadini difendendo quella democrazia incastonata nella Costituzione repubblicana attraverso la partecipazione popolare e la presa di coscienza dello sviluppo sostenibile.
Vi hanno già aderito molti docenti universitari e studenti, unitamente a molte personalità di spicco  della società teramana,  oltre che molti rappresentanti del no profit e del volontariato.

Sicuramente di un’altra Associazione cittadina di generici interessi non ce n’era bisogno, ma la nascita di questo tipo di Associazione si è resa necessaria affinché il concetto di sovranità popolare unitamente al concetto di cittadinanza acquisiscano dimensioni realistiche dando spazio sempre più alle scelte della volontà popolare.
Oltre agli intenti principali anzidetti, la Associazione Demos vorrà fungere da ponte relazionale tra varie Istituzioni cittadine, per rilanciare la cultura della conoscenza per mezzo della comunicazione fra le realtà presenti a Teramo in particolar modo l’Università degli Studi con centri di ricerca,  associazioni di tutela dei beni comuni per la promozione di studi e iniziative nel mondo dell’istruzione e delle scienze umanistiche.
Nasce per tutti coloro che intendono impegnarsi nella diffusione della vera coscienza sociale difendendo i principi fondamentali della Costituzione italiana.
L’Associazione DEMOS è legalmente costituita, conta al momento un centinaio di soci ed è composta soprattutto da giovani.
Entro il mese di gennaio 2012  sarà indetta l’Assemblea dei soci con la presentazione del primo programma per il 2012  con uno sguardo pluriennale alle proprie iniziative quali:
difesa dell’ambiente, del territorio e delle sue risorse,
trasparenza delle pubbliche amministrazioni attraverso un controllo popolare,
diffusione di proposte e strumenti attraverso studi di democrazia locale,
difesa e promozione delle risorse artistiche e culturali proprie dell’identità locale
far comprendere la politica come servizio alla comunità facendo mutare la figura dei politici da depositari dei destini delle collettività, a promotori dei quella democrazia partecipata propria dei paesi civili.
Per far conoscere meglio le peculiarità fattive e relazionali di questa novella Associazione il prof. Carlo Di Marco ha indetto una conferenza stampa mercoledì 28 dicembre alle ore 10,30 presso il Caffè Grande Italia, piazza Martiri della Libertà a Teramo.
Sarà una occasione per far mettere a nudo gli intenti e la particolare delicata mission della Associazione Demos di Teramo.

21 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook