Incendio doloso in via Aldo Moro, intimidazioni, avvertimenti o mero vandalismo?

Pescara: verso le ore 24.00 di ieri in via Aldo Moro al civico 25 è stato appiccato fuoco vicino al portone d’ingresso di una abitazione.
Una tanica di benzina è stata posizionata ad hoc per fare sprigionare le fiamme, che hanno prodotto molto fumo nel circondario.

Molti abitanti del quartiere si sono allarmati sollecitando l’intervento dei Vigili del Fuoco che sono arrivati seguiti dai carabinieri. In seguito a tale precipuo intervento sono state subito domate le fiamme che non dovrebbero aver causato danni strutturali al palazzo, cagionando però danni alle infrastrutture elettriche, al portone stesso ed alla tinteggiatura dell’androne quantificabili in varie migliaia di euro.

Le indagini vertono sulle possibili intenzionalità dei malviventi, per capire effettivamente a chi fossero indirizzati tali atti identificabili come avvertimenti o intimidazioni.
Anche se si è compreso quasi chiaramente che tali atti vandalici sono stati perpetrati ai danni di un cittadino di 53 anni che abita al secondo piano dello stabile alla scala B già conosciuto alle forze dell’ordine per varie situazioni; all’interno dell’appartamento è stato trovato molto disordine le fiamme hanno danneggiato il portone d’ingresso dell’appartamento, annerendo i muri del pianerottolo e danneggiando varie parti di intonaco sia all’interno che all’esterno dell’appartamento.
Il proprietario dell’appartamento danneggiato è stato ascoltato dai carabinieri, non si esclude la pista di una rivalsa posta in campo in seguito a diverbi pregressi avvenuti tra le parti.
Gli inquirenti continueranno le indagini ascoltando testimoni per capire effettivamente chi avrebbe potuto avere anche il minimo interesse a fare una atto del genere.

di Andrea Marasea

11 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook