Ritrovato dopo un anno di latitanza pregiudicato albanese: arrestata la coppia che lo nascondeva

LANCIANO. È stato condannato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, ma da un anno sfuggiva alla cattura.
Solamente costanti e precise indagini avviate dalla Procura della Repubblica di Lanciano, hanno permesso ai carabinieri della compagnia di Lanciano di individuare il nascondiglio utilizzato dal cittadino albanese ricercato: Buljan Hakani di 25 anni residente ad Altino. I carabinieri abruzzesi si sono impegnati insieme ai colleghi della compagnia Roma-Casilina.

Il ricercato ha sempre eluso con false generalità i controlli delle forze dell’ordine per mezzo di un passaporto bulgaro falsificato. Da vario tempo ormai si nascondeva dentro un casolare situato la via Anagnina a Roma, adibito a rimessa attrezzature da una società edile della zona.
I carabinieri hanno trovato alcuni cittadini albanesi in evidente stato di agitazione nell’intento di nascondere l’uomo i quali sono stati arrestati con l’accusa di  favoreggiamento personale. I due coniugi proprietari del capanno verranno processati per direttissima.
Il giovane pregiudicato è stato trasferito immediatamente nel carcere di Rebibbia dove dovrà scontare la pena di nove anni e sei mesi di reclusione, emanata dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Chieti.

di Patrizia Tarli

30 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook