Controlli straordinari dei carabinieri nei quartieri di Rancitelli e Fontanelle, arresti, denunce e multe a lavoratrici del sesso

di Patrizia Tarli

PESCARA. Arrestato da carabinieri in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti Valentino Spinelli, rom di venti anni.
Alle 23.00 circa è stato colto di sorpresa vicino alla propria abitazione in via Caduti per Servizio nel quartiere Fontanelle, è stato trovato in possesso di 10 grammi di cocaina, 6 grammi di eroina ed una bilancia da orafo per preparare le dosi, oltre che 550 €  in cartamoneta di piccolo taglio, probabilmente provenienti dal mercato illecito.
In casa di Spinelli ci stava anche Massimiliano Bellanca, conosciuto chiaramente alle forze dell’ordine, arrestato anche lui con l’accusa di evasione in quanto condannato agli arresti domiciliari.

Da un’altra perlustrazione del Nucleo Radiomobile in via Tiburtina, i militari hanno colto sul fatto un pregiudicato di Pescara di 38 anni nel tentativo scassinare una automobile in sosta. Il solito topo di parcheggi è stato denunciato per il reato di tentato furto e per aver fornito generalità fasulle agli organi di polizia.
Sei assuntori di sostanze stupefacenti sono stati segnalati agli uffici della Prefettura per gli accertamenti di rito onde esaminare eventuali limitazioni a permessi vari, agli stessi sono stati sequestrati circa cinque grammi tra cocaina e eroina.
Una ragazza di Cappelle sul Tavo presente tra gli assuntori di sostanze stupefacenti è stata denunciata per il reato di ricettazione in quanto in possesso di documenti rubati.
Il servizio dei carabinieri sul lungomare della città adriatica ha fissato l’attenzione sulla  prostituzione, facendo elevare sanzioni amministrative a ben 13 prostitute complessivamente per la somma di 600 €.
Ci si chiede, però, quale effetto risolutivo o deterrente possano avere tali provvedimenti.(ndr)

25 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook