Rapina in pieno giorno, calci e pugni ad una ragazza per 10 €

Rapina in pieno giorno, calci e pugni ad una ragazza  per  10 €

Due balordi le si avvicinano con una scusa, minacciano, strattonano, poi sferrano calci e pugni diretti anche al viso, il tutto per un cospicuo bottino di una decina di euro
L’AQUILA, ieri pomeriggio si è consumato questo grave episodio che ha fatto rimanere stupefatti i cittadini aquilani abituati ad una sana ed onesta convivenza di una città che porta ancora le ferite visibili dalla devastazione del sisma del 2009.
La malcapitata ha 20 anni, sé una studentessa universitaria di originaria Foggia.

Su questo episodio criminoso sta indagando la Squadra mobile della Questura dell’Aquila, sotto la direzione del sostituto commissario Sabatino Romano.
Il tutto è avvenuto lungo la Statale 80, nelle vicinanze della stazione di servizio Total.
Dai primi riscontri emerge che la ragazza  camminava in direzione del Mc Donald’s, laddove ha una occupazione part -time per mantenersi agli studi, all’improvviso è stata avvicinata da due individui in evidente atteggiamento premeditato.
Dopo un primo tentativo di approccio è stata trascinata forzatamente in un luogo appartato e poco illuminato, dove le hanno sferrato calci e pugni diretti al viso per rubare il portafogli con dentro la somma di 10 €.
La derubata è stata soccorsa da una sua compagna di studi la quale l’ha accompagnata all’ospedale San Salvatore.
I medici hanno effettuato una prognosi di pochi giorni per le ecchimosi al viso, ma hanno anche rilevato un evidente stato di shock che difficilmente verrà dimenticato totalmente dalla ragazza..
Le indagini della polizia tendono a raccogliere le testimonianze di coloro che si trovavano in quel posto in quel momento.
Si spera che si possa attingere qualche informazione utile anche dalle telecamere per la vigilanza stradale, si vuole capire se si tratta di balordi occasionali o di una vera e propria banda organizzata che va infestando le zone: la cosa certa è che sono esseri senzapatria e senzadio.

di Andrea Marasea

22 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook