Abruzzo: l’organizzazione del Servizio Idrico Integrato sarà gestita da un unico Ente

di  Loris Tarli

Le disposizioni di cui alla parte terza del D. Lgs 3.4.2006 n. 152 e s.m.i., hanno disciplinato l’organizzazione del Servizio Idrico Integrato per la gestione del’insieme dei servizi pubblici di captazione, adduzione e distribuzione di acqua ad usi civili di fognatura e di depurazione delle acque reflue.
Importanti modfiche in merito alla regolamentazione della rete idrica abruzzesi sono  stati delineati i nuovi regolamenti. In relazione alla Legge Regionale 12 aprile 2011 n. 9 “Norme in materia di Servizio Idrico Integrato” – art. 1, comma 12, c’è stata nei giorni passati la approvazione dei regolamenti delle quattro province abruzzesi.
Le richieste delle associazioni regionali vertono sulla più ampia possibilità di partecipazione e trasparenza. Ci permettiamo di dire, che questo probabilmente accade anche nei riguardi delle associazioni che vogliono seguire pedissequamente gli eventi e le istanze che si formeranno in futuro per richieste di servizi di primanria importanza alla cittadinanza.

Durante l’assemblea dei sindaci, per l’approvazione dello statuto è stata proposta  una  modifica  al regolamento della rete idrica: tale richiesta proveniente dall’associazione “Acqua Bene Comune” della regione Abruzzo è stata formulata per richiedere massima trasparenza dei lavori per l’ amministrazione della cosa pubblica, e pubblicizzare tutti gli atti sul web. Questa richiesta è stata approvata da tutti i membri con l’eccezione di uno.
È stato individuato altresì,  un Ambito Territoriale Unico Regionale (ATUR), coincidente con l’intero territorio regionale; mediante la costituzione di un soggetto d’ambito individuato nell’ente pubblico denominato ERSI (Ente Regionale per il Servizio Idrico Integrato); infine è stata istituita in ciascuna provincia della regfione Abruzzo, l’Assemblea dei Sindaci ASSI, conformata per  potenziare l’esercizio delle competenze nelle materie assegnate agli Enti Locali dalla legislazione statale e regionale afferenti i compiti di organizzazione del Servizio Idrico Integrato.
Altra modifica messa in calendario redatta nel mese di Ottobre, è quella del regolamento per la partecipazione di associazioni e cittadini per poter partecipare alle assemblee dell’ASSI.

data: 8/11/2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook