Teramo: Programma Inail – Ance per ridurre la piaga degli incidenti sul lavoro in Edilizia

di Patrizia Tarli

Dare consapevolezza dell’importanza della sicurezza sul lavoro – questo lo scopo che si vuole perseguire attraverso la stipula del Programma Strategico per la Sicurezza in Edilizia nella Provincia di Teramo.

Il Programma, che sarà siglato dall’istituto nazionale per l’assistenza da infortuni sul lavoro ( Inail ) e l’associazione nazionale dei costruttori edili ( Ance ) si propone di realizzare una più consapevole cultura della Salute e della Sicurezza nei luoghi di lavoro, investendo e responsabilizzando le imprese e gli operatori.

 

Il progetto, diretto in primo luogo alle imprese edili e alle aziende complementari al settore situate nella Provincia di Teramo, con un’attenzione particolare verso le nuove realtà imprenditoriali nate, per lo più, a seguito di processi di “spin-off aziendali” avviati da ex dipendenti, sia italiani che extracomunitari, sarà coordinato dall’Ance con il supporto tecnico e la collaborazione dell’Inail e si svolgerà in varie fasi.

La prima fase consisterà nella valutazione di quelli che sono i problemi e le criticità, al fine di realizzare un modello che porti alla standardizzazione dei comportamenti degli imprenditori e di tutti gli attori istituzionali coinvolti, attraverso una serie di azioni d’informazione e sensibilizzazione – a tal fine sono previsti corsi di formazione sul tema e la somministrazione di questionari mirati a misurare le conoscenze in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, oltre a quelli riguardanti i fabbisogni formativi e occupazionali delle imprese edili.

Gli incontri informativi saranno fondamentali per fare comprendere all’imprenditore l’importanza delle “16 ore” – ovvero un percorso formativo previsto per legge e che viene attuato nella fase di start-up dell’impresa, secondo il quale il lavoratore prima di essere assunto dall’impresa stessa deve seguire un corso di 16 ore, attraverso il quale viene messo in condizione di conoscere i ischi e le misure di sicurezza da adottare nell’ambiente lavorativo.

Una volta appurata l’efficacia del progetto partirà la seconda fase, ovvero l’estensione dello stesso ad un campo diverso, che non sia quello strettamente edile – per esempio quello dell’agricoltura.

Il protocollo d’intesa è stato sottoscritto dal Direttore regionale dell’Inail Abruzzo, Enrico Susi e dal Presidente dell’Ance Teramo, Armando Di Eleuterio – il quale ha sottolineato: “Oggi più che mai è necessario lavorare in un’ottica di rete, nel rispetto dei ruoli e delle competenze di ciascuno dei partners coinvolti nel progetto. Questa risulta essere la strategia più fruttuosa ed utile, quando si affrontano tematiche delicate quali quelle relative alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e si avviano analisi finalizzate ad orientare la formazione di figure professionali, capaci di rispondere con puntualità alla domanda di lavoro proveniente dalle imprese che operano in un settore complesso come quello edile”.

 

 

17 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook