Il microcredito in Abruzzo

di Loris Tarli

Il microcredito Italia, nel mondo conosciuto anche come “banca dei poveri”, è un nuovo modo di venire incontro a persone le quali per vari motivi hanno bisogno di denaro, per esigenze primarie, delle imprese, o per spese improvvise in casa, spese per libri scolastici e universitari…una delle caratteristiche del microcredito è il tasso di interesse basso. Naturalemte, questa forma di credito deve  essere comunque vista come una exstrema ratio e non come un comportamento, quello di richiedere fondi, di carattere usuale e improvvisato.

 

Ridefiniti, quindi, i requisiti per l’accesso ai finanziamenti e le caratteristiche dei prodotti offerti – anche per L’Abruzzo si ha un’ulteriore possibilità di credito! Tre le forme di semplificazione per l’accesso al microcredito la minore burocrazia da porre in essere per richiedere il finanziamento. Aumenta anche l’importo massimo concesso alle famiglie, passando dalle attuali 5.000 € a 10.000 €.

“Già fino a oggi abbiamo finanziato persone e imprese che per mancanza di garanzie e difficoltà a dimostrare la propria capacità di rimborso erano state escluse dai normali circuiti creditizi, ora l’obiettivo è di riuscire a rispondere con efficacia ancora maggiore a una domanda di credito proveniente da fasce di popolazioni senz’altro fragili ma potenzialmente capaci di superare questo momento di difficoltà grazie a uno strumento come il microcredito, non assistenzialistico ma responsabilizzante” – questo il commento di uno dei relatori nell’incontro promosso per far capire l’importanza del protocollo firmato. Negli ultimi quattro anni sono stati erogati circa 550 mila euro in microfinanziamenti in Italia.

Stiamo parlando di un nuovo protocollo che è stato sottoscritto dai rappresentanti di C. E. (Paolo Nicoletti), E. F. (Marco Santori), Abi (Bruno Presidente) e Fedam (Antonio Tancredi). Il protocollo in questione sarà vincolante per tutte le banche che lo sottoscriveranno.

Il protocollo microcredito si andrà a sommare alla vasta rete già presente in Italia, costituita da 789 banche e oltre 30 mila sportelli, che raccolgono un risparmio complessivo di circa 729.000.000.000 euro e svolgono un’attività di impiego complessivo del risparmio raccolto per oltre 1.000.000.000.000 di euro (fonte Banca d’Italia, statistiche giugno 2004), di cui circa 480.000.000.000 euro in mutui: l’entità dei capitali coinvolti nei progetti di microcredito non è assolutamente paragonabile con il mercato creditizio tradizionale.

Per ulteriori informazioni sui nuovi prodotti di credito e i requisiti di accesso, è possibile chiamare il numero 345.5404709, scrivere a [email protected] o rivolgersi agli uffici di Microcredito per l’Abruzzo, via Strinella 14/L lunedì, dalle 9.30 alle 12.30, e martedì, dalle 15.00 alle 18.00; a Coppito, presso la Caritas, mercoledì, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00; giovedì e venerdì su appuntamento.

 

15 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook