Teramo: Come accedere alle agevolazioni sulla Tia

di Loris Tarli

Le modifiche al Regolamento TIA introducono agevolazioni – l’art 16 del Regolamento, infatti, disciplina due tipologie di agevolazioni, che interesseranno la parte variabile della tariffa e non tutta, e sarà possibile anche cumulare tra di loro gli “sconti”. La prima agevolazione è pari al 40% e si riferisce alle utenze domestiche ubicate in “case sparse”, la seconda pari al 10% per le utenze domestiche che praticano il compostaggio domestico.
Depositando un’istanza di sconto della tariffa allo sportello della TIA sarà possibile usufruire delle agevolazioni economiche sul pagamento della tariffa – ciò in quanto, agevolando di fatto la raccolta del rifiuto da parte dei lavoratori della TeAm, sarà possibile ricalcolare l’ammontare della tariffa da pagare al Comune di Teramo.

Quello operato dall’art 16 è un aggiornamento al regolamento che si spera vada nella direzione auspicata dalla cittadinanza. Basato sul detto “non si fa nulla per nulla”, il meccanismo è stato ideato con il fine ultimo di ridurre i costi di smaltimento del rifiuto. Il Comune di Teramo si riserva comunque di procedere a verifiche periodiche sull’effettiva e corretta pratica da parte del compostaggio domestico. In caso di verifica dell’insussistenza delle condizioni, verrà recuperata la quota di tariffa indebitamente beneficiata, con la sanzione nella misura del 30% e con gli interessi.
Per poter beneficiare dell’agevolazione, le utenze domestiche devono presentare entro il 31 dicembre di ogni anno un’apposita comunicazione presso lo sportello TIA ed necessario che sussistano le seguenti condizioni:
–    l’attività di compostaggio deve essere riconducibile all’utenza che presenta istanza;
–    le utenze devono essere in possesso di giardino privato ad uso esclusivo ed effettuare la pratica secondo quanto previsto dalle norme vigenti.
–    dalla riduzione sono escluse le utenze condominiali e le aree comuni qualora il compostaggio non sia praticato o autorizzato da tutti i comproprietari.
–    l’attività di compostaggio deve essere praticata in via continuativa per tutto il corso dell’anno.
Un’iniziativa sicuramente positiva e necessaria! Viene, tuttavia, da domandarsi se poteva farsi di più, essendo la popolazione destinataria delle agevolazioni un nucleo abbastanza ristretto – quali i soggetti possessori di giardino privato.
Sarebbe auspicabile l’introduzione di una disposizione che dia la possibilità anche ad altri soggetti di aiutare il compito della TeAm e, di conseguenza, accedere alle agevolazioni.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook