Guardi che è vietato fumare vicino alle pompe di benzina! Lei non si preoccupi che non è affar suo…

di Andrea Marasea

Questa è stata la risposta di un gestore di un impianto per la distribuzione di carburanti sito in Roseto degli Abruzzi ad un cliente semi-allarmato da tale comportamento a dir poco rischioso.

Riceviamo e pubblichiamo tale informazione ricevuta da un nostro affezionato lettore, il quale fornisce anche la documentazione fotografica del benzinaio con la sigaretta tra le dita appoggiato al cartello tariffario.

Il motivo di tale spavalda risposta da parte del gestore è da ricercarsi dove?

Forse questo signore sta tentando di smettere di fumare e non vi riesce; in tale modo ci riuscirebbe pienamente:
il problema è che farebbe smettere di vivere anche alle persone che in quel momento si potrebbero trovare intorno a lui.
Oppure solamente ignora il pericolo…
e i corsi di aggiornamento effettuati dalle ditte petrolifere seguiti con dedizione e profitto…?

Alcuni quesiti, poi, sorgono spontanei:

I vapori di benzina non sono infiammabili?

Per accendersi la sigaretta l’impavido comandante non usa il fuoco?

Non è il caso che la società intestataria prenda provvedimenti?

Noi della redazione Abruzzo di 2duerighe non crediamo che verranno presi provvedimenti, al responsabile di tale comportamento basterà evocare qualche rapporto di parentela o clientelare, offrire una cena a qualcuno e tutto verrà regolarmente insabbiato, però ci teniamo a fissare questa testimonianza sociale tra le maglie della rete dell’informazione, almeno se un domani dovesse succedere qualcosa di spiacevole non si potrà dire  che nessuno lo aveva detto!

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook